12:27 27 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
954
Seguici su

Occhi puntati sulla Conferenza di Parigi del 15 gennaio.

Le decisioni che verranno assunte alla prossima Conferenza internazionale di Parigi sul conflitto israelo-palestinese il 15 gennaio potrebbero essere trasformate in un'altra risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu. E Israele tenterà di impedirlo. Lo ha detto il primo ministro di Israele, Benjamin Netanyahu.

"In questo momento il nostro sforzo principale è nel senso di impedire un'altra risoluzione Onu e anche prevenire decisioni sulla questione da parte di Nazioni Unite, Stati Uniti, l'Unione europea e Russia", ha detto nel corso dell'incontro con gli ambasciatori di Israele, secondo quanto riferito dal Jerusalem Post.

La decisione si teme possa essere assunta prima che il presidente Barack Obama lasci l'incarico il prossimo 20 gennaio. Occhi puntati dunque sull'appuntamento di Parigi a cui Israele non parteciperà preferendo proseguire con il confronto diretto con la parte palestinese.

Il 3 giugno, Parigi ha già ospitato una conferenza internazionale volta a riprendere i negoziati israelo-palestinesi in cui erano assenti sia i rappresentanti di Israele che dei palestinesi. Questi ultimi ambiscono ad un riconoscimento diplomatico come Stato indipendente dei territori della Cisgiordania, compresa Gerusalemme est, che è parzialmente occupata da Israele e la striscia di Gaza. Israele ha costruito insediamenti nei territori occupati nonostante le obiezioni delle Nazioni Unite.

Correlati:

Kiev risponde ad Israele dopo polemiche su voto della risoluzione all'ONU
Via libera di Israele, contadini palestinesi di Gaza esporteranno le fragole in Europa
Terrorismo, Mosca: da Israele maggior impegno a cooperare contro minaccia
Netanyahu svela accordi con Putin su Siria e descrive politica di Israele in Medio Oriente
Tags:
risoluzione, ONU, Barack Obama, Benjamin Netanyahu, Israele, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook