06:17 12 Dicembre 2019
Forze speciali in Inguscezia, Caucaso

Autorità ingusce vogliono far tornare alla vita civile militanti che combattono in Siria

© Sputnik . Dmitryi Vanin
Mondo
URL abbreviato
572
Seguici su

Le autorità ingusce intendono intensificare gli sforzi far tornare alla vita civile dei cittadini della repubblica, che hanno combattuto dalla parte dei militanti in Siria, ha detto il capo della regione, Yunus-Bek Yevkurov.

"Le autorità dell'Inguscezia, insieme con il Consiglio di sicurezza e le forze di sicurezza stanno considerando la possibilità far tornare alla vita civile attraverso una commissione per la reintroduzione dei ragazzi dell'Inguscezia, coinvolti nei combattimenti in Siria a fianco delle truppe di opposizione o dei terroristi dello Stato Islamico" ha scritto Yevkurov sabato nel suo account del social network Instagram.

Il capo dell'Inguscezia ha dichiarato che spesso i genitori dei ragazzi, caduti vittime dell'ideologia dei reclutatori dei terroristi, si rivolgono a lui per farli tornare a casa.

"Sono sinceramente dispiaciuto per questi genitori e i loro ignari figli, che hanno deciso che qualche "zio" è meglio dei propri genitori. Pertanto, in conformità con la legge faremo tutto il possibile aiutare coloro che hanno capito la pericolosità delle proprie azioni e che vogliono tornare ad una vita tranquilla. Buoni o cattivi che siano, sono gli abitanti della repubblica, e cercheremo di ridurre al minimo la punizione, che dovranno subire" ha sottolineato il capo della repubblica.

Secondo Yevkurov, questo fattore è efficace per prevenire il terrorismo e l'estremismo. "Non è il primo anno che lavoriamo con questi meccanismi di contrasto dell'ideologia estremista, e si sono dimostrati abbastanza efficaci, contribuendo a ridurre il numero di giovani che vogliono entrare in organizzazioni terroristiche" ha sottolineato il capo dell'Inguscezia.

Secondo il Consiglio di sicurezza della regione, più di 90 abitanti dell'Inguscezia sono coinvolti in azioni militari in Siria a fianco dei militanti. La commissione per la reintroduzione è riuscita a riportare alla vita civile quattro persone di questa lista. Dal 2011 sono stati reintrodotti pià di 70 militanti.

Correlati:

Peskov: siamo tutti obiettivi dei terroristi
Media: da conti bancari belga inviati soldi ai terroristi
Siria, perché l’Occidente si schiera con i terroristi?
Tags:
Estremismo, organizzazione estremista, Estremismo, Inguscezia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik