20:54 17 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
14239
Seguici su

Il leader della maggioranza repubblicana al Senato, Mitch Mcconnell, ha sostenuto le sanzioni contro la Russia da parte dell'amministrazione di Barack Obama, dicendo che arrivano in ritardo.

"Le sanzioni contro i servizi segreti russi sono un buon primo passo, anche se tardivo. Il prossimo sarà quello di analizzare le azioni di attacchi informatici della Federazione russa durante le elezioni americane, abbiamo bisogno di garantire che a qualsiasi attacco contro gli USA venga data una risposta adeguata " si legge nel blog di McConnell. "I russi non sono nostri amici. È chiaro che l'amministrazione Obama non è stata in grado di dissuaderli dai tentativi di incidere sui nostri sistemi di sicurezza informatica o dalla persecuzione dei nostri diplomatici a Mosca" ha detto il senatore.

Giovedì gli USA hanno espulso 35 diplomatici russi, accusandoli di "intervento durante le elezioni" e hanno introdotto sanzioni. Di questa "attività di intelligence" Obama non ha fornito alcuna prova. Il portavoce del Presidente Dimitrij Peskov ha dichiarato che Mosca "non è d'accordo con queste accuse infondate".

 

Correlati:

USA cacciano 35 diplomatici russi fuori dal Paese
USA, adottato disegno di legge per la limitazione degli spostamenti dei diplomatici russi
Caccia svizzeri “spaventano” aereo con diplomatici russi diretti al vertice APEC in Perù
Tags:
Diplomazia Internazionale, accuse, Dmitry Peskov, Barack Obama, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook