16:12 18 Settembre 2018
Il gasdotto OPAL

Media: Corte sospende decisione della Commissione europea sull'accesso "Gazprom" all’Opal

© AP Photo / Thomas Haentzschel
Mondo
URL abbreviato
7115

La corte europea ha sospeso la decisione della Commissione europea di espandere l'accesso della "Gazprom" al gasdotto Opal, scrive Bloomberg citando il capo della società polacca PGNiG Peter Wozniak.

In precedenza il governo polacco ha presentato una denuncia alla corte Europea. Secondo il parere di Varsavia, la soluzione della Commissione Europea concentrerebbe l'approvvigionamento nelle mani di una sola fonte, il che contraddice il principio di diversificazione e rischia di provocare irregolarità o interruzioni della fornitura di gas.

Wozniak ha dichiarato che la decisione è stata presa il 23 dicembre e che sarà pubblicata questa settimana. Secondo lui questo significa che in pratica la Gazprom non sarà in grado di aumentare la quantità di gas da inviare in Germania attraverso il gasdotto Opal.

Attraverso il gasdotto Opal giunge il gas russo proveniente dal "Nord Stream" ma a causa di vincoli regolatori europei il gasdotto non viene completamente riempito.

La Commissione Europea ad ottobre ha approvato l'aumento dell'accesso della Gazprom al gasdotto Opal. L'accordo riguarda l'80% della possibilità di transito del gasdotto di 32 miliardi di metri cubi, ovvero 25,6 miliardi di metri cubi. La Gazprom ha già accesso al 50% della possibilità di transito del gasdotto, ovvero 12,8 miliardi di metri cubi. La Commissione Europea nel mese di ottobre ha deciso di permettere distribuzione di altri 12,8 miliardi di metri cubi di gas.

Dopo la decisione, i presidenti di Polonia e Ucraina Petro Poroshenko e Andrzej Duda hanno rilasciato una dichiarazione congiunta, sottolineando che la decisione della Commissione europea potrebbe causare un rischio per le forniture di gas tra Ucraina e Polonia. La società commerciale PGNIG ha intentato una causa presso la Corte europea, e la "Naftogaz Ucraina" ha dichiarato che sta valutando tre opzioni per fare appello alla decisione della CE.

In Russia, le azioni della Polonia hanno causato sconcerto. Secondo l'ambasciatore russo presso l'UE Vladimir Chizhov, la politicizzazione di questa fase è ovvia a "qualsiasi osservatore imparziale".

Correlati:

Nuovo accordo Opal discusso tra Gazprom e regolatore tedesco
Bruxelles si è ricordata del gasdotto “Opal”
Ucraina, Naftogaz stima i danni se Bruxelles espande accesso Gazprom a gasdotto Opal
Tags:
Petro Poroshenko, Economia, gasdotto, gas, Gazprom, Commissione Europea, Unione Europea, Andrzej Duda, Europa, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik