09:51 21 Gennaio 2018
Roma+ 11°C
Mosca-5°C
    Ministro degli Esteri della Turchia Mevlut Cavusoglu

    Siria, telefonata fra Lavrov e il ministro degli Esteri turco

    © AP Photo/ Andrew Harnik
    Mondo
    URL abbreviato
    0 120

    Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il suo omologo turco Mevlut Cavusoglu hanno discusso al telefono le condizioni per normalizzare la situazione in Siria.

    Lo ha reso noto il Ministero degli Esteri russo.

    "Le parti — si legge in una nota — hanno sottolineato l'importanza di una rapida conclusione dei parametri pratici della cessazione delle ostilità, separando l'opposizione moderata da gruppi terroristici, e la preparazione per la riunione ad Astana su invito della direzione del Kazakistan per avviare il processo di soluzione politica in accordo alla risoluzione 2254 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite".

    Poi i Ministri degli Esteri turco e iraniano, Mevlut Cavusoglu e Mohammad Javad Zarif hanno discusso al telefono in vista della preparazione dei colloqui sulla Siria che si terranno ad Astana. Lo ha riferito il canale televisivo Haberturk.

    Il 17 dicembre scorso, il presidente russo Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan avevano parlato della possibilità di un incontro tra le parti in conflitto.

    Iniziativa sostenuta dal Presidente kazako Nursultan Nazarbayev che aveva espresso tutta la sua disponibilità per i colloqui nella capitale.

    Correlati:

    Assordante! Il silenzio dei media europei sulla cattura degli ufficiali NATO in Siria
    Tragedia Tu-154, addio all'angelo dei bambini malati e feriti del Donbass e della Siria
    Siria, Assad ringrazia Putin per impegno russo ad Aleppo
    Cavusoglu: la Russia e la Turchia hanno adempiuto agli obblighi per la pace in Siria
    Tags:
    telefonata, Consiglio di Sicurezza, ONU, Ministero degli Esteri, Mohammad Javad Sharif, Mevlüt Çavuşoğlu, Nursultan Nazarbayev, Recep Erdogan, Vladimir Putin, Sergej Lavrov, Kazakistan, Siria, Turchia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik