05:41 27 Maggio 2018
Roma+ 18°C
Mosca+ 11°C
    Lkw-Attentäter Anis Amri in Mailand erschossen

    Terrorismo, Amri filmato alla stazione di Lione dopo l’attentato

    © AP Photo / Daniele Bennati
    Mondo
    URL abbreviato
    360

    Si indaga sulla rete di contatti del tunisino e da Berlino si aspettano i risultati delle perizie sulla sua pistola.

    Continuano le indagini per ricostruire gli ultimi movimenti di Anis Amri, il presunto autore della strage di Berlino ucciso da un agente della Polizia la notte fra il 23 e il 24 dicembre a Sesto San Giovanni.

    Al momento, come ha reso noto l'Express citando fonti della polizia francese, pare ormai assodato che il tunisino sarebbe passato da Lione nel primo pomeriggio di giovedì prima di arrivare a Milano la sera successiva. A sostegno di questa tesi ci sarebbero le immagini registrate dalle telecamere all'interno della stazione francese.

    Insomma, Amri avrebbe attraversato in treno l'Europa senza essere intercettato, nonostante l'allerta e le ricerche.

    Non sono ancora arrivati da Berlino i risultati sulla pistola calibro 22 usata dal tunisino per ferire uno dei due agenti italiani che lo avevano fermato per un controllo. Le perizie balistiche potrebbero confermare se l'arma è la stessa usata per uccidere l'autista polacco del Tir che è poi stato usato per la strage a Berlino.

    Le indagini proseguono in Italia per ricostruire anche la rete di contatti di Amri, per capire se ci sono state complicità e quale era la destinazione del suo viaggio. Tutti elementi che permetterebbero di determinare se il tunisino abbia agito come un lupo solitario o come parte di una rete terroristica organizzata.

     

    Correlati:

    Ucciso in scontro armato con agenti di polizia il terrorista di Berlino
    Tags:
    Attentato, Anis Amri, Berlino
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik