15:24 07 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
8215
Seguici su

Un comitato ad hoc per l'intelligence della Camera dei rappresentanti del Congresso USA sostiene che l'ex collaboratore dei servizi segreti americani Edward Snowden al suo arrivo nella Federazione RUSSA "ha contattato e tutt'ora continua a mettersi in contatto" con i servizi segreti russi

"Dopo l'arrivo di Snowden a Mosca, lui si è messo in contatto e continua a mettersi in contatto, con i servizi segreti russi" si legge in un articolo pubblicato giovedì, basato sulla relazione del comitato.

Snowden in precedenza ha più volte dichiarato che non è in contatto con l' FSB. Il Presidente Vladimir Putin ha anche sottolineato che "i nostri servizi non hanno mai contattato il signor Snowden e non lo fanno".

La Russia ha fornito ad un ex dipendente dei servizi segreti americani un rifugio temporaneo per un periodo di un anno, ma a condizione di cessaere la sua attività contro gli USA. Un anno dopo ha ricevuto un permesso di soggiorno di tre anni, che gli permette di viaggiare non solo in Russia, ma anche fuori.

Secondo il Presidente russo, gli americani sono da biasimare per il fatto che Snowden era in zona di transito e la Russia non è un Paese che espelle attivisti per i diritti umani. Il Presidente della Federazione ha inoltre dichiarato che Mosca non ha cercato di conoscere da Snowden dettagli del lavoro di intelligence degli Stati Uniti contro la Russia. Secondo lui, "sul piano operativo non lavoriamo con lui e non ha mai lavorato per noi". Snowden ha inoltre dichiarato che non è collegato ad alcuna delle autorità russe.

Correlati:

Snowden: se sei un criminale e hai contatti con il governo la farai sicuramente franca
Snowden parla dei risultati delle elezioni e della sua condizione
Snowden ridicolizza “l'operazione segreta” della CIA contro la Russia
Tags:
Dipartimento di Stato USA, Edward Snowden, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook