22:17 15 Agosto 2018
Cambridge University

Anche l’università di Cambridge teme le spie russe

CC BY-SA 2.0 / Timo Newton-Syms / Cambridge
Mondo
URL abbreviato
8013

Recentemente la comunità accademica di Cambridge è stata sconvolta dall'idea che la Russia potrebbe cercare di accedere alla conferenza scientifica sull'intelligence che l'università conduce ogni anno. Lo riferisce il quotidiano britannico The Telegraph.

A causa dell'abbondanza di voci sulle spie russe negli ambienti accademici di Cambridge, tre eminenti esperti hanno rifiutato di partecipare alla conferenza scientifica sull'intelligence. Si tratta dell'ex capo del MI6 Richard Diarlav, un ex consigliere di diversi presidenti americani Stefan Halper e un l'esperto di storia dello spionaggio Peter Martlend. Tuttavia, l'ex spia del Cremlino David Gosling ha detto che queste preoccupazioni sono infondate in quanto i servizi segreti britannici e quelli russi collaborano già in diversi campi.

"Anche se ci fosse un qualche tipo di collegamento, non è detto che sia per forza una cosa negativa", ha detto Gosling.

Egli ha inoltre invitato gli accademici a prestare maggiore attenzione alle interferenze cinesi in particolare nel campo dello spionaggio industriale.

Correlati:

CIA voleva una rete di spionaggio in Tibet per seguire il programma nucleare cinese
Usa, la maggior parte delle app complice dello spionaggio sugli smartphone
In Russia sviluppato un aquilone per spionaggio in condizioni estreme
Tags:
Gran Bretagna, spia, Intelligence, servizi segreti, spionaggio, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik