16:05 25 Aprile 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 14°C
    Sede dell'UE a Bruxelles

    Abolizione dei visti per l'Ucraina: e il deputato del Bundestag propone la Russia

    © AP Photo / Virginia Mayo
    Mondo
    URL abbreviato
    1449

    L'Unione Europea, prima dell'inizio della primavera, potrebbe decidere di introdurre un regime senza visti per i cittadini dell'Ucraina e della Georgia. Di questo all'agenzia Sputnik ha parlato il commissario UE in materia di migrazione, affari interni e cittadinanza, Dimitris Avramopoulos

    Ma le opinioni dei rappresentanti dell'opposizione su questo tema divergono.

    "Non è possibile utilizzare la questione dei visti come una ricompensa politica per il buon comportamento o come punizione per un cattivo comportamento", ha detto il deputato del Bundestag dal partito di ala sinistra Wolfgang Gehrcke, durante un'intervista all'agenzia Sputnik.

    Il politico ha sottolineato che lui, insieme al suo gruppo, ritiene molto importante l'abolizione del regime dei visti con la Russia, perché questo farebbe migliorare ancora di più i contatti e le relazioni commerciali tra i Paesi. Gehrke, inoltre, non ha nulla contro l'abolizione del regime dei visti per i cittadini ucraini. Tuttavia nota anche che incoraggiare ora gli ucraini, non condurrebbe a risultati rilevanti.

    Leif-Erik Holm, presidente del partito di ADG di Meclemburgo-Pomerania, non supporta invece l'abolizione del regime dei visti per i cittadini ucraini e giorgiani.

    In un'intervista all'agenzia Sputnik ha dichiarato che "stiamo già assistendo a un grande afflusso di immigrati dall'est. Inserire ora un regime senza visti con Paesi instabili, a mio parere, non vale la pena. Su questa questione si potrebbe ragionare a lungo termine, quando questi Paesi saranno democrazie stabili che al momento non sono".

    Wolfgang Gehrke ha detto che "esiste il timore che, con l'introduzione del regime senza visti, aumenti il flusso di lavoratori migranti in Germania o attraverso la Germania verso un altro paese dell'UE. Abbiamo accuratamente analizzato la questione nel corso del dibattito della Commissione per gli affari esteri. Per fare questo passo non c'è alcun motivo. Si vuole concedere un regime senza visto perché in termini politici, si vuole dimostrare loro che sono i nostri amici, cosa che in realtà non è proprio quello che vogliono. Comunque credo che sia irragionevole".

    Secondo Gehrke, il problema piuttosto è in un altro campo. Prima dei negoziati sull'abolizione del regime dei visti si dovrebbe arrivare a raggiungere un accordo sulla base degli accordi di Minsk. Perché, se sarà abilito il regime di visti con l'Ucraina, questo vorrà dire, naturalmente, che verrà esteso a tutta l'Ucraina, anche all'est, dove si continua a combattere. 

    Correlati:

    L’UE trova un accordo per la liberalizzazione dei visti con Ucraina e Georgia
    Ucraina, si risente Yatsenyuk: “UE tolga visti” e avverte Occidente da disgelo con Russia
    Ucraina: si teme la fuga dei cittadini in caso di introduzione regime visti con la Russia
    Tags:
    Unione Europea, Visto, visti, Bruxelles
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik