02:40 18 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
2290
Seguici su

Più di 6mila tra militari e civili ogni giorno prendono parte al controllo allo spazio aereo russo lavorando sui sistema di difesa aerea, ha riferito oggi il dipartimento di informazione e comunicazione di massa del ministero della Difesa russo.

Il 15 dicembre si celebra il 65° anniversario dell'istituzione delle truppe radiotecniche. Come sottolineato dal ministero della Difesa, sono la principale fonte di informazioni sullo spazio aereo nazionale. I militari effettuano la sorveglianza elettronica e forniscono d'informazioni il personale dei centri di controllo superiori.

"Più di 6.000 specialisti tra militari e civili ogni giorno prendono parte al controllo allo spazio aereo russo lavorando sui sistema di difesa aerea, effettuano compiti a difesa dei confini e controllano l'ordine delle operazioni tra le unità delle truppe radiotecniche," — si afferma nel comunicato.

A livello organizzativo le truppe radiotecniche fanno parte delle forze aeree e di difesa missilistica dell'esercito russo e della difesa aerea dei distretti militari. L'alta tensione e preparazione militare di queste truppe, come rilevato dal ministero della Difesa, sono legate all'aumento delle attività aeree.

"Solo le forze in servizio in allarme di combattimento per la difesa aerea di Mosca e della zona industriale centrale ogni giorno monitorano con i radar e controllano fino a 1.000 velivoli, di cui il 10% soggetti ad un particolare controllo radar con la trasmissione delle informazioni al centro di comando delle forze aerospaziali. Nel corso del 2016, durante il servizio, le truppe radiotecniche di Mosca hanno scortato circa 350mila velivoli," — sottolinea il dicastero militare.

Le forze radiotecniche sono dotate di sistemi radar e stazioni militari con un raggio di rilevazione dei bersagli aerei fino a 400 chilometri con una quota di 100mila metri, in grado monitorare contemporaneamente e automaticamente rilevare più di 200 velivoli di diverse classi: aerei, elicotteri, droni e missili.

Il ministero della Difesa ha aggiunto che negli ultimi 5 anni il numero di nuovi radar che entrano a disposizione delle truppe radiotecniche è aumentato più di 10 volte.

"Entro il 2020 è attesa una distribuzione su larga scala a beneficio delle truppe radiotecniche di sistemi di rilevamento radar con raggio fino a 1.200 chilometri e una quota fino a 600mila metri…Complessivamente verranno forniti ex novo più del 70% degli equipaggiamenti", — si legge nel comunicato.

Correlati:

Russia, nuovo radar eviterà il rischio di un attacco a sorpresa dagli Usa
La Russia installerà due stazioni radar nel Baltico e in Crimea
Fino al 2018 verrà dislocata in Russia la rete di radar “Voronezh”
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook