14:43 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
7011
Seguici su

Le autorità statunitensi hanno arrestato il cittadino americano Joshua Samuel Aaron, accusato di aver rubato i dati dei clienti della banca JPMorgan Chase e precedentemente consegnato dalla Russia. Lo ha segnalato il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

Aaron, noto anche con il nome di Mike Shields, insieme con i suoi complici israeliani Gery Shalon (Harry Shalelashvili) e Ziv Orenstein è accusato di "crimini informatici su larga scala." Aaron è stato portato davanti ai giudici ieri sera.

"Joshua Samuel Aaron, secondo quanto ricostruito, ha violato le reti informatiche di decine di società statunitensi, compiendo il più grande furto di dati personali nella storia delle istituzioni finanziarie degli Stati Uniti", — ha dichiarato il procuratore Preet Bharara a Manhattan.

L'hacker era ricercato dall'FBI e dai servizi segreti statunitensi, che, oltre alla protezione dei politici hanno la responsabilità di indagare i crimini informatici.

Bharara ha ringraziato l'FBI ed i servizi segreti, il ministero della Giustizia di Israele e la polizia israeliana, le forze di sicurezza americane e il dipartimento sull'immigrazione, così come molte altre istituzioni statunitensi. Tuttavia non ha menzionato il ruolo dei servizi segreti russi, che hanno stanato Aaron.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti non ha menzionato l'estradizione di Aaron da parte delle autorità russe, limitandosi a comunicare che "il sospettato ha vissuto a Mosca" ed "è stato arrestato all'aeroporto John F. Kennedy" di New York.

Ad ottobre l'agenzia Bloomberg aveva riferito che lo studente dell'Università della Florida Aaron e due cittadini israeliani erano sospettati di furto su larga scala di dati della banca JPMorgan Chase & Co e di altre società tra il 2007 e 2015. Durante questo periodo si ipotizza che abbia rubato i dati di più di cento milioni di persone. Secondo l'agenzia, gli hacker hanno riciclato il denaro attraverso 75 aziende, banche e broker in tutto il mondo.

In precedenza era stato inoltre riferito che un 32enne americano, sospettato di aver rubato i dati personali di società e banche statunitensi, era stato arrestato a Mosca.

In seguito Bloomberg ha scoperto che le autorità russe hanno deciso di estradare Aaron negli Stati Uniti.

Tags:
hacker, Giustizia, Estradizione, Banche, Wall Street, Israele, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook