00:57 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
18184
Seguici su

Secondo gli esperti per l’Occidente è tempo di prendere in considerazione in modo più diplomatico il governo siriano. Lo riferisce Press TV.

Sempre più spesso gli europarlamentari dichiarano che l'UE deve apportare modifiche alla sua politica nei confronti di Mosca, Teheran e Damasco per favorire la pace in Siria e porre fine alla crisi dei migranti.

"In Libano più di un quarto della popolazione è composto da profughi siriani. L'equivalente in Francia o in Gran Bretagna sarebbe di 15-17 milioni di persone", ha dichiarato Stephen O'Brien sottosegretario delle Nazioni Unite per le questioni umaniterie.

Stando agli attivisti per i diritti umani, i tentativi dell'UE di fronteggiare l'ingresso dei migranti nel suo territorio finora non hanno funzionato.

"Saranno costretti a scegliere vie più difficili e pericolose per arrivare [in Europa], ma niente gli impedirà di arrivare", ha detto Florian Oel di Oxfam International.

Gli esperti di sicurezza sostengono che i leader occidentali devono iniziara a prendere in considerazione in modo più diplomatico il governo di Damasco, in quanto i loro tentativi di rovesciarlo con la forza non hanno avuto — e non avranno — successo.

 

Correlati:

Germania, mappa indica oltre 10.000 punti in cui i migranti hanno commesso crimini
L'Ungheria sta per citare in giudizio la Commissione Europea per quote migranti
Bulgaria, da inizio anno entrati nel Paese 16 mila migranti senza documenti
Tags:
soluzione, crisi, Diplomazia, Situazione in Siria, Crisi dei migranti, Unione Europea, Siria, UE, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook