21:53 20 Settembre 2018
Militanti dell'ISIS a Mosul

Daesh continua a pianificare attacchi contro l’occidente anche dopo la sconfitta

© REUTERS / Stringer/File Photo
Mondo
URL abbreviato
106

La vittoria sullo “Stato Islamico” non ha fermato la pianificazione e i tentativi di nuovi attacchi contro i paesi occidentali ha dichiarato all’agenzia Reuters il capo della coalizione Stephen Townsend.

"Sicuramente continueranno a pianificare e a intraprendere attacchi contro obiettivi occidentali finché esisteranno. A mio parere, il modo migliore per ridurre la minaccia di attacchi contro la Francia, contro gli Stati Uniti e contro i paesi occidentali è importante sconfiggere i guerriglieri dello Stati Islamico a Mosul e a Raqqa, e da li ricacciarli nel deserto" ha detto Townsend.

La battaglia per la liberazione di Mosul dallo Stato Islamico, occupata dal 2014, si protrae dal 17 ottobre, portata avanti dall'esercito iracheno con il supporto dell'aviazione della coalizione occidentale capeggiata dagli USA. Da nord e da est è in corso l'assalto dell'esercito e delle unità anti-terrorismo, che sono già riusciti a entrare in una serie di quartieri a est di Mosul. Da sud-ovest verso "capitale" dello "Stato Islamico" si muovono le squadre della polizia federale Irachena. Mentre ai miliziani sciiti è affidato il compito di ripulire dai terroristi la città strategicamente importante di Tall Afar e tagliare le vie di rifornimento verso Mosul agli estremisti.

Correlati:

Il numero 2 dello “Stato Islamico” è stato ucciso in un raid russo vicino Aleppo
Forze governative libiche dichiarano di aver liberato Sirte dal Daesh
Libia: catturati nella città di Sirte 8 guerriglieri Daesh, fuggivano a nuoto
“Nuovi attacchi in Europa” dai materiali del Daesh recuperati dai militari USA in Siria
Tags:
ISIS, Stato islamico, Terrorismo, Guerra, attacchi, liberazione, liberazione di Mosul, Coalizione anti-Daesh, Stephen Townsend, Medio Oriente, Iraq, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik