04:08 16 Dicembre 2017
Roma+ 9°C
Mosca+ 2°C
    Bandiere della Russia, UE e Francia.

    Europa capisce l’importanza delle relazioni con la Russia

    © Sputnik. Vladimir Sergeev
    Mondo
    URL abbreviato
    3101

    Durante i lavori del decimo forum euro-russo a Bruxelles si è discusso della situazione in Ucraina e in Siria, così come del conflitto tra Occidente e Russia, e su invito dei parlamentari spagnoli ha preso parte un politico montenegrino, uno dei leader del movimento anti-NATO “Movimento per la neutralità del Montenegro” Marko Milacic.

    Nell'intervista con Sputnik, Milacic ha detto che l'ERF da raramente la possibilità di parlare tra le mura dell'Europarlamento, il che non è caratteristico della propaganda occidentale.

    "Ho sentito opinioni indipendenti e libere. E' un vero piacere ascoltare posizioni favorevoli alla Russia portate avanti da individui e organizzazioni dal cuore dell'Europa. Proprio durante questi incontri si vede come nonostante le sanzioni e la spaventosa propaganda antirussa, il supporto per la Russia in Europa è più consistente di quello che comunicano i media mainstream in Europa".

    Secondo le parole di Milacic, considerando la situazione attuale, il forum può essere visto come un segno di progresso perché il dialogo è proprio quello che serve.

    "Quasi tutti i partecipanti alla conferenza si sono espressi per una veloce normalizzazione delle relazioni tra Europa e Russia. Le relazioni tra Russia e Europa dovrebbero essere "naturalmente" buone. Erano tali fino a pochi anni fa. Certamente alla conferenza si è detto che sono nel tempo sono comunque sorti dei problemi, ma che comunque l'Europa e la Russia sono legate geograficamente e che dunque per questo è necessario ritornare a delle relazioni normali il prima possibile".

    Il politico montenegrino ha notato che la maggior parte dei partecipanti al forum ritiene che il motivo principale per il peggioramento delle relazioni tra Europa e Russia è "l'oligarchia economica, militare e mediatica in USA e nella NATO" e per questo motivo si parla già di un problema globale non solo nelle relazioni tra Russia e UE.

    Milacic ha anche introdotto i partecipanti al forum alla situazione del suo paese:

    "Il Montenegro si trova tra due fuochi. Il colpo esterno lo ha condotto la NATO perché siamo stati invitati a essere parte di questa forza distruttiva. Dall'interno invece siamo corrosi da un criminale, l'ex Premier Milo Zukanovicem e il suo regime. Se si dovesse guardare a chi in Montenegro sostiene la cooperazione con la NATO, è chiaro che non c'è nessuna democrazia".

    Il forum euro-russo si tiene ogni anno dal 2007 e figura come base per lo sviluppo dei meccanismi del dialogo politico tra UE e Russia. Quest'anno da parte russa ha preso parte il rappresentante del comitato per gli affari esteri del Consiglio della Federazione Vladimir Lukin, il deputato del governo e direttore dell'Istituto SNG Konstantin Zatulin e il rappresentante permanente presso l'UE Vladimir Chizov.

    Correlati:

    NATO e UE rafforzeranno la cooperazione per la sicurezza e la difesa
    Paesi Baltici preoccupati dal futuro delle forze NATO nella regione
    Russia, Di Maio:Sanzioni Usa e Ue ostacolano il rafforzamento della sicurezza in Occidente
    Il Consiglio sicurezza della Russia ha discusso della risoluzione UE contro i media russi
    Tags:
    Unione Europea, Relazioni Internazionali, Politica Internazionale, Relazioni con l'UE, Opinione, Opinione, forum, governo, Europa, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik