06:56 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Petro Poroshenko

    Ucraina, ex parlamentare racconta che fine ha fatto fare Poroshenko ai soldi del FMI

    © AFP 2017/ ALAIN JOCARD
    Mondo
    URL abbreviato
    15630

    L’ex parlamentare ucraino Alexandr Onishchenko, in un’intervista a RT, ha confermato che la maggior parte delle risorse ottenute da Kiev dal Fondo monetario internazionale è stata investita nel conflitto nel Donbass.

    "La maggior parte del denaro è andata al conflitto, alla cui continuazione Poroshenko è molto interessato. Tutti i contratti che hanno a che fare con questa guerra sono stati conclusi con delle aziende vicine a Poroshenko. Per loro sono affari", ha dichiarato Onishchenko.

    Egli è convinto che dietro a tutto il giro di corruzione in Ucraina ci sia proprio il capo dello stato.

    "Io ho semplicemente eseguito la sua commissione. Egli ha passato delle bustarelle ai membri del parlamento per consolidare la sua posizione di presidente", ha rivelato Onishchenko.

    L'ex parlamentare ha raccontato di aver lavorato nello staff del presidente per due anni e di aver preso parte alla discussione delle questioni più importanti. Tuttavia ad un certo punto Onishchenko ha deviso di "interrompere questa attività" e Poroshenko, con il consenso del parlamento, ha preso la decisione di metterlo agli arresti. Onishchenko, però, è riuscito a lasciare il paese alla vigilia delle elezioni parlamentari. Adesso su di lui pende un mandato di cattura dell'Interpol. Contemporaneamente il servizio di sicurezza ucraino ha riferito che Onishchenko ha ottenuto il passaporto russo ed è pronto a scatenare un attacco informativo contro l'Ucraina.

    Correlati:

    Ucraina, Fmi: rapporto debito/PIL in discesa al 72% entro il 2020
    Russia-Ucraina, Fmi: procedere con negoziati sui 3 miliardi di debito di Kiev
    Ucraina, via libera Fmi ad aiuti per 1 mld
    Tags:
    Petro Poroshenko, Conflitto, finanziamenti, corruzione, Situazione in Ucraina, FMI, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik