22:41 20 Settembre 2018
Parlamento Europeo

Censura media russi, l’OSCE risponde a Sputnik

CC BY 2.0 / European Parliament Strasbourg / Cédric Puisney
Mondo
URL abbreviato
391

La rappresentante dell’OSCE per la libertà dei media Dunja Mijatović ha risposto alla lettera di Sputnik nella quale si chiede di intercedere per fermare la limitazione alla libertà di stampa nell’UE. Lo riferisce RIA Novosti.

Sputnik si è rivolta alle organizzazioni internazionali (ONU, UNESCO, OSCE e Reporter senza frontiere) dopo la risoluzione adottata dal Parlamento europeo sul contrasto dei media russi.

"La rappresentante ha evidenziato la palese impostazione politica del documento che non contempla nessuna azione legale o limitazione nei confronti dei media russi", si legge nella dichiarazione.

Anche l'OSCE ha sottolineato che la risoluzione in questione non ha carattere legislativo.

Mercoledì 23 novembre l'Europarlamento ha adottato la risoluzione intitolata "Comunicazioni strategiche della UE come contrasto della propaganda di terze parti", in cui si traccia un parallelo tra le attività dei media russi e quelle dei terroristi del Daesh. A sostegno del documento hanno votato 304 deputati, i no sono stati 179, mentre si sono astenuti in 208.

Il documento sostiene che la Russia conduce presunta "propaganda ostile" contro l'Unione Europea tramite mezzi di comunicazione, tra cui l'agenzia di notizie Sputnik.

 

 

 

 

Correlati:

Censura, l'ultimo requiem dell'Occidente
L’Europarlamento si allinea alla russofobia e censura i media non allineati
Cosa peggiore per pensiero unico è visione alternativa: critiche a censura antirussa UE
Tags:
liberta` di stampa, censura, Media, risoluzione, stampa, Sputnik, Parlamento Europeo, OSCE, Unione Europea, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik