22:07 19 Giugno 2018
Aiuti umanitari russi in Siria

Russia risponde duramente a pretese di Londra su aiuti umanitari ad Aleppo

© Sputnik . Andrei Stenin
Mondo
URL abbreviato
16520

Se non ci sono aiuti umanitari britannici ad Aleppo, che almeno Londra non disturbi gli altri impegnati nell'assistenza alla popolazione civile, ha dichiarato il portavoce del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov, in risposta alle accuse del Regno Unito di ostacolare la distribuzione degli aiuti umanitari in Siria.

In precedenza il quotidiano britannico "Daily Mail" aveva pubblicato una dichiarazione del portavoce del primo ministro britannico Theresa May sulla situazione in Siria, affermando che la Russia "impedisce le consegne degli aiuti umanitari agli abitanti assediati di Aleppo, non accettando il cessate il fuoco."

Il portavoce del ministero della Difesa ha dichiarato che a partire dal 28 novembre le truppe siriane hanno liberato quasi la metà delle zone controllate dagli islamisti nei quartieri orientali di Aleppo. Sono stati liberati dai terroristi 90mila civili. Inoltre più di 28mila civili, tra cui 14mila minori, sono fuggiti dalle zone controllate dai ribelli nei quartieri orientali di Aleppo verso le aree sicure della città. Per tutto il tempo gli abitanti dei quartieri orientali ricevono aiuti umanitari quotidianamente, medicine e vestiti caldi dal Centro russo per la riconciliazione delle parti siriane in conflitto.

"Il Regno Unito in tutti questi anni di guerra in Siria non ha donato nemmeno un grammo di farina, né una compressa né una coperta per aiutare i civili. Pertanto, se il governo britannico vuole veramente inviare agli abitanti dei quartieri orientali gli aiuti umanitari, le condizioni per farlo ci sono, ci dica dove sono rimasti bloccati. Se non ci sono aiuti umanitari britannici per Aleppo che almeno non disturbino gli altri," — ha sottolineato Konashenkov.

"Dopo queste affermazioni strane si pone la domanda sul parere di chi esattamente abbia espresso il portavoce di Theresa May: il suo o quello del governo?

Sembra che il governo britannico accecato dalla russofobia abbia perso una visione oggettiva di ciò che sta accadendo in Siria, compresa Aleppo", — ha rilevato Konashenkov.

Correlati:

Aleppo, ministero russo smentisce Boris Johnson: non abbiamo bombardato convoglio Onu
Boris Johnson esorta i britannici a protestare davanti l'Ambasciata russa a Londra
Siria, Johnson attacca la Russia: ha dilungato e inasprito il conflitto
Russia-Gb, Johnson: Andrò a Mosca quando smetterà di sostenere Assad
Londra, ministro Boris Johnson vuole conservare la linea dura contro la Russia
A Londra paragonano le azioni della Russia in Siria ai raid nazisti in Spagna
Tags:
generale Igor Konashenkov, Aiuti umanitari, crisi in Siria, ministero della Difesa della Federazione Russa, Gran Bretagna, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik