09:54 18 Dicembre 2017
Roma+ 4°C
Mosca+ 0°C
    Bandiera Libia

    Mosca spera che lo Stato in Libia sarà ripristinato

    © Sputnik. Andrey Stenin
    Mondo
    URL abbreviato
    150

    Mosca spera che lo Stato sarà ripristinato in Libia e che la comunità internazionale non permetterà la distruzione di questo paese, ha detto il Ministro degli esteri russo Sergey Lavrov in una conferenza stampa.

    "In Libia, come in qualsiasi altro conflitto, noi non vediamo nessun'altra maniera per risolvere i problemi attuali creati, come forse ricorderete, dall'aggressione della NATO contro il paese, se non di stabilire un dialogo pan-libico inclusivo con la partecipazione di tutte le principali forze politiche del paese, che rappresentano tutte le regioni dello stato, il quale, ci auguriamo, sarà restaurato", ha detto Lavrov.

    Dal 2011 dopo il rovesciamento e l'assassinio del leader libico Muhammar Gheddafi, la Libia vive in condizioni di instabilità politica e il caos nel sistema di sicurezza ha permesso a gruppi terroristici internazionali di diffondere la propria influenza in diverse regioni della Libia. Nel paese governano due forze contrapposte: il presidente eletto dal parlamento nazionale che risiede a Tobruk nel'est della nazione, e il governo formato a marzo di questo anno col supporto dell'ONU e dell'Europa basato a Tripoli. Entrambe le strutture di potere rifiutano di riconoscersi a vicenda e di cooperare.

     

     

    Correlati:

    Lavrov: la Russia vuole la normalizzazione della Libia come disposto dall'ONU
    Libia, Gentiloni ribadisce pieno sostegno dell'Italia ad Accordo Politico libico
    Cugino di Gheddafi racconta cosa ha spinto l’Occidente a invadere la Libia
    Gheddafi è stato ucciso perché si opponeva alle basi militari occidentali in Africa
    Tags:
    Politica, Diplomazia Internazionale, instabilità, politica, crisi in Libia, ONU, Ministero degli Esteri, NATO, Sergej Lavrov, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik