08:59 08 Dicembre 2016
    Gasdotto Turkish Stream

    Turkish Stream, Ankara ratifica accordo con la Russia

    © Foto: turkstream.info
    Mondo
    URL abbreviato
    31020171

    Già approvato il disegno di legge, il 6 e 7 dicembre il primo ministro Yildirim a Mosca.

    I legislatori turchi hanno ratificato l'accordo con la Russia per la costruzione del gasdotto Turkish Stream. Lo ha riferito un corrispondente di RIA Novosti.

    La Grande Assemblea Nazionale della Turchia si è espressa con 210 voti a favore e sette contro l'accordo. Sei le astensioni. Il voto in plenaria ha avuto luogo dopo che la commissione esteri ha approvato il disegno di legge e prima della visita del primo ministro Binali Yildirim in Russia, previsto per il 6-7 dicembre.

    Il progetto del Turkish Stream è stato annunciato a fine del 2014 dal presidente russo Vladimir Putin durante la sua visita di Stato in Turchia. A novembre 2015 il progetto è stato sospeso dopo che un aereo russo è stato abbattuto da un caccia turco in Siria. Poi il disgelo nelle relazioni tra Mosca e Ankara, iniziato lo scorso giugno dopo le scuse della Turchia alla Russia.    

    Correlati:

    Turchia, il Turkish Stream riceve la prima approvazione dal Parlamento
    Gas, Russia e Ue discutono di Nord Stream, Turkish Stream e Yamal
    Lavrov: Turkish Stream verso l'Europa se c'è 100% garanzia di realizzazione da Bruxelles
    Tags:
    Turkish Stream, gasdotto, accordo, Turchia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • ox2009
      Bisognerebbe chiedere garanzie stellari ai turchi prima di far passare il gasdotto su loro territorio, potrebbero in futuro usarlo come arma di ricatto o altro, considerando la poca affidabilità nel rispetto degli accordi, e poi la Turchia non rinuncia a essere un alleato della Nato e questo é un serio probblema per la Russia. Quindi occhi spalancati con questi signori.
    Mostra nuovi commenti (0)

    Top stories

    • Donald Trump

      Il Wall Street Journal vede come futuro Segretario di Stato USA, il Cavaliere dell’odine russo dell’Amicizia e dirigente di Exxon Mobil Rex Tillerson. Come segnala la testata, egli ha sempre collaborato con successo con Vladimir Putin ed è schierato apertamente contro le sanzioni alla Russia.

      4777
    • Militari dell'esercito della Libia

      All’insaputa del pubblico a fine novembre si è recato a Mosca il comandante dell’apparato militare libico Khalifa Belqasim Haftar dove è stato ricevuto dal ministero degli Esteri, dal ministero della Difesa e dal Consiglio di sicurezza.

      51404
    • Un venditore al mercato Berkat di Grozny

      - 70%, non è una percentuale di voto, ma quella del calo dell'export italiano in Russia negli ultimi tre anni. Dati di Ernesto Ferlenghi, presidente di Confindustria Russia, che ora lancia la nuova sfida: restare competitivi cogliendo le opportunità offerte dall'Unione Euroasiatica.

      91737
    • Referendum costituzionale in Italia

      Si discettava, prima del voto, su chi sarebbe stato il vero vincitore del referendum qualora avesse vinto il “no”. Ebbene, tutti i partiti, e nessuno, hanno vinto perché il fronte degli oppositori alla riforma è stato così numeroso e variegato che chiunque voglia intestarsi il successo commette un atto di appropriazione indebita.

      81312
    • Vladimir Putin

      Mi piacerebbe viaggiare per il mondo, ha detto il presidente Vladimir Putin nel corso di una visita ad una fonderia a Chelyabinsk. La domanda è stata rivolta a Putin da uno degli operai.

      323554
    • Per Renzi, se questa legge elettorale non passa è l'idea stessa di Pd come motore del cambiamento dell'Italia che viene meno”.

      Si respira un’euforia trasversale nel fronte del No, dopo la schiacciante vittoria riportata nel referendum del 4 dicembre.

      374696