19:05 25 Febbraio 2017
    United States Capitol

    USA, Washington vuole istituire un’unità di contrasto dell’influenza segreta della Russia

    © Sputnik. Igor Mikhalev
    Mondo
    URL abbreviato
    4411118

    Il Congresso degli USA ha approvato la creazione di una task force interdipartimentale per l’individuazione dell’influenza segreta della Russia. Lo riporta il sito internet del Campidoglio.

    Il disegno di legge parla del "contrasto delle mosse della Russia per assicurarsi l'influenza segreta sulla popolazione e il governo", facendo un particolare accenno alla "manipolazione dell'informazione" e al "finanziamento di agenti di pressione".

    Gli autori dell'iniziativa legislativa intendono convogliare nell'unità operativa i rappresentanti del Director of National Intelligence e dei dipartimenti della Giustizia, delle Finanze, dell'Energia, con l'aggiunta del dipartimento di Stato e dell'FBI.

    Adesso il documento passerà al vaglio del Senato e se sarà approvato arriverà direttamente sulla scrivania del presidente per la firma. Per il progetto è prevista una spesa di 70 miliardi di dollari per l'anno 2017.

    Correlati:

    Russia, sondaggio rivela tendenza positiva dei russi verso Donald Trump e gli Usa
    Usa, senatori criticano le posizioni di Trump sulla Russia
    Direttore CIA mette in guardia Trump dalle promesse della Russia
    Tags:
    Informazioni, manipolazione, interferenza, influenza, task force, relazioni Usa-Russia, Congresso, Russia, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • avatar
      francescoslossel
      divulgare la verità non può considerarsi influenza segreta!
    • avatar
      apredatorquato
      E' mai possibile che non si ci voglia rendere conto che "la crescente influenza della Russia" non dipenda dalla "propaganda", ma sopratutto dal mutato quadro Geopolitico.
      Basta guardare le carte geografiche (e saperle leggere) per rendersi conto di tre cose fondamentali:
      1) La Russio è l'unico baluardo credidile ad oriente dell'Europa che può impedire che masse sconfinate di decine milioni di persone provenienti da Medio -Oriente o dal sub-continente Indiano, arrivino in Europa attraverso la via delle steppe.
      2) La Russia è il più grande deposito di materie prime strategiche che sono vicine all'Europa, ed inoltre possono arrivare in Europa per via di terra e non sono quindi condizionabili da un eventuale "blocco navale".
      3) Per motivi analoghi la Russia è la più sicura e modilabile via di comunicazione tra la civiltà Europea e la civiltà Cinese.
      E con queste premesse ci sarà sempre una certa "indulgenza" nei confronti della Russia post-Sovietica.
      A questo punto l'unica soluzione per chi guarda con dispetto all'evolversi di questa soluzione dovrebbe consister nel proporre l'abolizione delle carte geografiche...
    Mostra nuovi commenti (0)