09:32 05 Dicembre 2016
    Viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov

    Le intenzioni di Erdogan in Siria preoccupano la Russia

    © AFP 2016/ LOUAI BESHARA
    Mondo
    URL abbreviato
    61893230

    Mosca è allarmata dal fatto che gli sforzi militari in Siria possano concentrarsi sul rovesciamento del regime di Bashar al-Assad. Ne ha parlato il vice ministro degli Esteri russo Sergej Ryabkov, commentando le dichiarazioni del presidente turco Recep Tayyp Erdogan.

    In precedenza Erdogan aveva dichiarato che le forze armate turche hanno avviato l'operazione militare in Siria con l'intento di porre fine al governo di Assad.

    "Non abbiamo mai avuto dubbi sul fatto che queste mire appartengono agli USA e ad una serie di loro alleati, soprattutto nella regione. L'attuazione della loro politica siriana, diciamo. Non è un segreto. È stato più volte ribadito, sia a Washington sia ad Ankara, che nel futuro della Siria non figura Assad. Perciò dal punto di vista del contenuto non ci sono novità", ha detto Ryabkov.

    "Un'altra questione è adesso gli sforzi militari si stanno concentrando sul rovesciamento del regime di Assad. Le relative prese di posizione, le operazioni che tendono a questo obiettivo ci allarmano sicuramente", ha aggiunto.

    Correlati:

    Telefonata tra Putin ed Erdogan: discussa posizione della Turchia sulla Siria
    Esercito turco in Siria per deporre Assad: parole di Erdogan creano imbarazzo ad Ankara
    Iran pronto a concedere base militare alla Russia per attaccare i terroristi in Siria
    Tags:
    operazione militare, Conflitto, commento, crisi, Situazione in Siria, Recep Erdogan, Sergej Ryabkov, Bashar al-Assad, Siria, Turchia, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • giovanni
      Ovviamente era da tenere in considerazione la politica della doppia faccia del sultanato di Erdocan,ma penso che il presidente Putin nel momento di perdonare le vili azioni criminali che portarono la morte dei due poveri soldati russi. abbia messo in cantiere una eventuale altra stravagante forma di comportamento politico da parte del capo di governo turco......a mali estremi ,estremi rimedi!
    • giovanni
      CHIEDO SCUSA ALLA REDAZIONE PER UN MIO COMMENTO SOPRA LE RIGHE DI IERI ,MA SE OGNI VOLTA DEVE INTERVIENE IL MODERATORE PER PUBBLICARE UN COMMENTO CON ENORMI LUNGAGGINI , IL FORUM PRATICAMENTE E· MORTO ......IN PRATICA QUEL VERME DI TROLL DI IERI HA RAGGIUNTO IL SUO SCOPO ......FATE VOI ......IO PERSONALMENTE SE DOVESSE CONTINUARE COSI· NON COMMENTO PIU· GRAZIE
    Mostra nuovi commenti (0)

    Top stories

    • Matteo Renzi

      Il Referendum Costituzionale in Italia ha visto la vittoria del NO, con il 60% dei voti. Il primo ministro Matteo Renzi si è dimesso.

      15679
    • Il teatro Bolshoi

      Mosca splenderà con le luci italiane, che abbelliranno diverse piazze e vie della capitale russa. È tempo di allegria e serenità, di sogni e speranze per il futuro. Per un vero Capodanno a Mosca non poteva mancare il talento italiano. Italia e Russia, è ora di fare festa insieme!

      4959
    • Petro Poroshenko

      L’avvocato veronese Guariente Guarienti ha depositato una denuncia alla Procura di Verona nei confronti del presidente della Repubblica Ucraina Petr Poroshenko per il mancato ritorno in Italia dei 17 quadri tra cui le opere di Tintoretto, Mantegna e Rubens.

      61277
    • Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov

      Dal 1 al 3 dicembre sta svolgendo a Roma il Forum MED "Beyond turmoil, a positive agenda". Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato uno dei principali protagonisti del forum. Ha parlato della sicurezza comune, lotta al terrorismo e del futuro del Medio Oriente. Ecco il riassunto del suo intervento.

      131796
    • Visitatori alla più grande mostra al mondo della collezione dei Musei Vaticani Roma Aeterna.

      “Roma Aeterna”, una mostra eccezionale che ha portato a Mosca i tesori della Pinacoteca Vaticana. Un evento senza precedenti: il pubblico russo potrà ammirare alla Galleria Tretyakov 42 capolavori di Caravaggio, Raffaello, Bellini, Guercino, solo per citare alcuni nomi. Viva l’arte, ponte imbattibile fra Russia e Italia.

      3767
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      222539