09:32 05 Dicembre 2016
    Confine russo-ucraino nella regione di Rostov

    Russia, nella regione di Rostov fermati 2 disertori dell'esercito ucraino

    © AP Photo/ Pavel Golovkin
    Mondo
    URL abbreviato
    51068202

    Le guardie di frontiera russe hanno arrestato 2 militari ucraini mentre attraversavano illegalmente il confine con la Russia, ha riferito a RIA Novosti l'ufficio stampa dell'FSB nella regione di Rostov.

    Come raccontato a RIA Novosti da uno dei militari fermati, era stato arruolato con la forza contro la sua volontà.

    "Mi chiamo Alexey Yatsun, risiedo nel villaggio di Melovoye, in Ucraina.

    Sono stato arruolato nell'esercito con la forza, mi hanno preso direttamente dal posto di lavoro. Il fatto di avere un padre malato non è stato preso in considerazione.

    Mentre ero al lavoro si è avvicinata una macchina con 2 uomini armati e 2 ufficiali del centro di reclutamento. Mi avevano detto che sarei stato portato alla commissione, ma non è stato così: sono finito in un centro di addestramento. Dopo mi hanno mandato ad Artemovsk, nella zona dell'operazione ATO.

    La guerra mi ha stufato, nessuno vuole combattere, molti credono che non abbia senso perchè in entrambi gli schieramenti ci sono cittadini ucraini. Per questo motivo ho deciso di disertare," — ha dichiarato l'ex militare ucraino.

    "Mi chiamo Bogdan Belozerov, vengo dal villaggio di Belovodsk. Mia moglie è morta, subito dopo sono stato richiamato nell'esercito.

    Ho rinunciato ad arruolarmi, poi mi hanno strappato il mio passaporto avvertendomi che non sarei andato da nessuna parte.

    Ho poi deciso di andare da mia zia in campagna, sono stato con lei un mese. Quando sono arrivati da lei, non sono uscito di casa, mia zia ha parlato con queste persone, poi mi ha detto che mi stavano cercando. Sono venuti con le armi, nonostante mia zia abbia dei figli piccoli.

    Per evitare il peggio, ho deciso di andarmene, ho preso alcune cose ed ho attraversato il confine.

    Mi sono consegnato alle guardie di frontiera russe ed ho spiegato tutta la situazione," — ha raccontato il secondo soldato ucraino fermato.

    Correlati:

    Ucraina, Poroshenko: quasi un terzo di disertori tra i soldati della prima mobilitazione
    Ex presidente Yanukovych spiega perchè Kiev parla di “truppe russe” nel Donbass
    Attacco delle forze di sicurezza ucraine contro filorussi nel Donbass
    Tags:
    Disertori, Diserzione, ATO, FSB, esercito ucraino, Donbass, Ucraina, Rostov, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    Mostra nuovi commenti (0)

    Top stories

    • Matteo Renzi

      Il Referendum Costituzionale in Italia ha visto la vittoria del NO, con il 60% dei voti. Il primo ministro Matteo Renzi si è dimesso.

      15679
    • Il teatro Bolshoi

      Mosca splenderà con le luci italiane, che abbelliranno diverse piazze e vie della capitale russa. È tempo di allegria e serenità, di sogni e speranze per il futuro. Per un vero Capodanno a Mosca non poteva mancare il talento italiano. Italia e Russia, è ora di fare festa insieme!

      4959
    • Petro Poroshenko

      L’avvocato veronese Guariente Guarienti ha depositato una denuncia alla Procura di Verona nei confronti del presidente della Repubblica Ucraina Petr Poroshenko per il mancato ritorno in Italia dei 17 quadri tra cui le opere di Tintoretto, Mantegna e Rubens.

      61277
    • Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov

      Dal 1 al 3 dicembre sta svolgendo a Roma il Forum MED "Beyond turmoil, a positive agenda". Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato uno dei principali protagonisti del forum. Ha parlato della sicurezza comune, lotta al terrorismo e del futuro del Medio Oriente. Ecco il riassunto del suo intervento.

      131796
    • Visitatori alla più grande mostra al mondo della collezione dei Musei Vaticani Roma Aeterna.

      “Roma Aeterna”, una mostra eccezionale che ha portato a Mosca i tesori della Pinacoteca Vaticana. Un evento senza precedenti: il pubblico russo potrà ammirare alla Galleria Tretyakov 42 capolavori di Caravaggio, Raffaello, Bellini, Guercino, solo per citare alcuni nomi. Viva l’arte, ponte imbattibile fra Russia e Italia.

      3767
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      222539