20:53 02 Dicembre 2016
    Kim Jong-un con lo Stato Maggiore nordcoreano

    Casa Bianca sicura, sanzioni saranno un problema per programma nucleare di Pyongyang

    © REUTERS/ KCNA
    Mondo
    URL abbreviato
    5468013

    La Casa Bianca non è convinta che le nuove sanzioni internazionali contro Pyongyang possano metter fine al programma di test nucleari della Corea del Nord, tuttavia avranno un impatto negativo sul suo finanziamento, ha dichiarato durante una conferenza stampa Josh Earnest, portavoce del presidente uscente Obama.

    Secondo Earnest, "una parte enorme" dei profitti delle aziende colpite delle sanzioni, in particolare le società del carbone, "finanzia il programma di test nucleari." "Questo è uno dei più importanti canali di valuta estera. Ottenere queste risorse sarà più difficile," — ha detto Earnest.

    Allo stesso tempo ha aggiunto che non si può dire con certezza se questo pacchetto di misure fermerà il programma di Pyongyang. "C'è sempre spazio per nuove sanzioni. E' importante per noi dare al governo della Corea del Nord un segnale sulla inammissibilità della continuazione del programma," — ha sottolineato Earnest.

    Correlati:

    Le sanzioni contro la Corea del Nord accelerano il suo programma nucleare
    Corea del Nord,Cina contraria a sanzioni unilaterali: “Inutili per risolvere la questione”
    Bombardieri USA effettuano volo dimostrativo in Corea
    Corea del Nord minaccia di distruggere Seul e base militare USA nel Pacifico
    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Sanzioni, armi nucleari, test nucleare, Casa bianca, Josh Earnest, USA, Penisola coreana, Corea del Nord
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • Flanker
      AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!! Infatti contro Cuba e l'Iran hanno funzionato!!!!!
      Poi contro la Russia vanno a gonfievele!!!!!!! Pathetic show
    • Raffaele Ucci
      Ma tanto ormai Pyongyang l'atomica ce l'ha, ormai come mezzo di prevenzione le sanzioni sarebbero inutili.
    • nikita
      Ancora con questa storia delle sanzioni!
      Non è questa la strada che porta al dialogo.
    Mostra nuovi commenti (0)

    Top stories

    • Vladimir Putin parla all'Assemblea Federale

      Vladimir Putin ha firmato una nuova dottrina di politica estera della Russia secondo la quale Mosca è pronta a dare a qualsiasi atto aggressivo da parte di Washington una risposta speculare o asimmetrica.

      41083
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      4426
    • Vladimir Putin

      di Paul Craig Roberts.

      71018
    • Sergio Zanotti

      Si infittisce il mistero sulla scomparsa dell'imprenditore italiano Sergio Zanotti, 56 anni, sequestrato in Siria da un gruppo di sedicenti (o reali?) terroristi e del quale si sa ancora poco.

      1614
    • Il premier italiano Matteo Renzi al summit UE.

      Negli ultimi giorni di convulsa campagna referendaria abbiamo assistito a funamboliche capriole elettorali da parte degli esponenti del governo Renzi, ma l'uscita più ardita rimane quella del premier, che ha tentato di sdoganarsi quale nemico dell'establishment che comanda in Europa.

      121515
    • Vladimir Putin parla all'Assemblea Federale

      La Russia non cerca nemici, ma vuole essere artefice del proprio destino senza suggerimenti altrui non richiesti. Questa è la posizione in politica estera espressa dal presidente Putin davanti all’Assemblea Federale. Pronti a collaborare con Trump, perché dai rapporti bilaterali fra Stati Uniti e Russia dipende la sicurezza mondiale.

      0 631