18:31 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
8250
Seguici su

Il tribunale di San Pietroburgo ha registrato la causa per vietare Facebook in Russia, ha dichiarato a RIA Novosti la portavoce del palazzo di giustizia Daria Lebedeva.

"Entro 5 giorni, come previsto dalla legge, saranno valutate le carte e verrà presa la decisione", — ha spiegato la Lebedeva.

Sulla sua pagina nel social network russo Vkontakte ha postato il testo della denuncia l'attivista Timur Bulatov.

Bulatov chiede "la chiusura immediata dell'attività di facebook.com o di vincolare facebook.com al rispetto delle leggi russe".

L'autore elenca una serie di ragioni a sostegno della necessità di vietare Facebook, in particolare per la violazione della legge sulla protezione dei dati personali dei russi e la diffusione di "ideologie immorali e contro la famiglia".

"Facebook.com è un social network che minaccia chiaramente la sicurezza nazionale e in accordo alle leggi russe deve essere bloccato a tutti gli utenti in Russia", — sostiene Bulatov.

Il 1° settembre 2015 è stato introdotto un emendamento alla legge "Sulla protezione dei dati personali", che obbliga a conservare i dati personali dei russi all'interno del Paese.

Correlati:

Facebook censura scrittore tedesco per critiche a politica migratoria UE
Causa contro Facebook per la raccolta di dati biometrici
Dalla Russia l'algoritmo che riconosce i volti meglio di Google e sfida Facebook
Facebook blocca la nuova pagina del leader di Donetsk... dopo un giorno!
L'algoritmo di Facebook dà il via libera alla censura di "status"
Tags:
Giustizia, Società, Social Network, Facebook, San Pietroburgo, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook