09:33 05 Dicembre 2016
    Aleppo, Siria

    Siria, Russia: quasi 6000 civili sono riusciti a fuggire da Aleppo

    © Sputnik. Michael Alaeddin
    Mondo
    URL abbreviato
    61262190

    Civili siriani lasciano le zone assediate dai terroristi ad Aleppo.

    Oltre 5.600 civili siriani, tra i quali circa 2.800 bambini, sono riusciti a lasciare le zone assediate dai terroristi ad Aleppo. Lo fa sapere il ministero della Difesa russo.

    "Ieri, 5.629 civili, tra cui 2.855 bambini hanno lasciato le zone controllate dai militanti nella parte orientale della città di Aleppo, con l'assistenza del Centro russo di riconciliazione", ha detto il portavoce del ministero, il maggior generale Igor Konashenkov.

    Secondo l'alto ufficiale, le persone sono state collocate in centri umanitari speciali, preparati dalle autorità siriane e assistiti dalla parte russa. In particolare, attraverso forniture di cibo, generi per le necessità quotidiane e medicine.

    In aggiunta, la Federazione ha messo a disposizione 150 cucine da campo per fornire pasti caldi alla popolazione bisognosa delle aree liberate della città.

    Correlati:

    Mosca accusa, liberazione di oltre 80mila abitanti di Aleppo non era in piani Occidente
    Mosca: liberata Aleppo est
    Siria, l’esercito ha riconquistato il 25% di Aleppo
    Siria, Damasco: data della fine campagna ad Aleppo non è stata ancora decisa
    Iran pronto a concedere base militare alla Russia per attaccare i terroristi in Siria
    Tags:
    Civili, Crisi in Siria, Libertà civili, Aiuti umanitari russi in Siria, lotta contro il terrorismo, terrorismo, ministero della Difesa della Federazione Russa, generale Igor Konashenkov, generale Konashenkov, Igor Konashenkov, Aleppo, Siria, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • Flanker
      Scommetto che alle sedi dei partiti delle sinistre nazisboldrin-clintoniane nordatlantiche mondialiste sono tristi e affranti!!!!
      6000 scudi umani in meno per alimentare la loro propaganda "amica primaverile colorata moderata"
    • belli corradoIn risposta Flanker(Mostra commentoNascondi commento)
      Flanker, Caro Flanker, il il baccano che stanno facendo in Medio Oriente serve a coprire i preparativi per un attacco nucleare alla Cina, sconfitta la Cina hanno via libera per aggredire la Russia ,mentre Israele se la deve vedere con l'Iran, mica hanno mollato l'idea di aggredire l'Iran gli Israeliani, se arriviamo a passare questo Natale siamo fortunati, ma dopo arriverà anche da noi in Europa l'Apocalisse, non dimentichiamo che il Presidente Putin disse alcuni anni fà.....prepariamoci all'Armagedon tra pochi anni, gli stati canaglia ---USA--UK--Francia e Israele hanno i piani ancora sul tavolo e a quanto sembra la ricandidatura della Merkel e adesso con il Fillon,serve a far scatenare guerre civili in tutta l'Europa ,con questa mossa vogliono costringere la Russia a dividersi in più fronti per poi avere più possibilità per una aggressione diretta, gli USA hanno trasferito quantità di armi 100 volte più della seconda guerra mondiale e mobilitato 300.000 uomini della NATO per sferrare il primo colpo, questo vogliono farlo prima ancora che la Russia sia in grado di piazzare i nuovi missili Sarmat che sono in grado di polverizzare uno stato come la California o la Francia ,UK se non addirittura paralizzare interamente gli USA, armi chimiche e Biologiche sono state trasferite nelle immediate vicinanze della Cina e al confine con la Russia, la Polonia e l'Ucraina dovrebbero essere le prime ad usarle-

      Saluti
    • francescoslossel
      numeri che riguadano vivi, fà sempre picere sentirli! bisognerebbe divulgare di più certe notizie...
    • robertoIn risposta belli corrado(Mostra commentoNascondi commento)
      belli corrado, come disse l'indimenticato presidente Mao, il popolo cinese può sopportare 300 milioni di morti in un conflitto nucleare, gli Amerikani no!. Credo che queste parole siano valide ancora oggi. Sottomarini cinesi sono da tempo schierati sotto le coste Usa. Friggeranno anche i cow-boys. Per quanto riguarda il popolo eletto vale sempre quanto dichiarato da Putin al loro primo ministro: caro premier, il vostro problema si chiama "one bomb". Una sola bomba e sarete ridotti un posacenere. Ciao
    • FlankerIn risposta belli corrado(Mostra commentoNascondi commento)
      belli corrado, anche spostano le loro armi io non credo che cinesi e russi siano sprovveduti!!! Io sono un quiosque de populo in fatto di stategie militari, però basta leggersi un libro di storia per capire che dell'ammarramerdistan non c'è mai stato da fidarsi pertanto io non credo che ci sia stato qualcuno che abbia creduto alla stronzata della non proliferazione nucleare!!!
      L'ossessione compulsiva con cui il turpe atlantismo tormentava il mondo intero con sta storia della non proliferazione per me è indicativo del fatto che le locuste sanno che le armi nucleari sono le uniche che possono porre un freno al loro delirio!!!! inglesi americani israeliano francesi rispettano solo cose come: morte distruzione brutalità e ultraviolenza, pertanto secondo me è quello il terreno su cui bisogna giocare per farli stare buonini e tranquilletti!!!!! La deterrenza nucleare fa si che i costi da sostenere per l'infestazione di un terrirorio siano superiori dei profitti. Le locuste ragionano così!!!!! Se lo so io che non capisco nulla figurati gli addetti ai lavori conesi o russi!!!!! Secondo me gli arsenali di questi due stati sono aumentati a dismisura negli ultimi anni per le regioni sucitate!!!!
      Se si vuole la pace bisogna preparare la guerra!!!! Mai affermazione fù più vera, quindi io sono ottimista!!!!
      Cordiali saluti!!!
    Mostra nuovi commenti (0)

    Top stories

    • Matteo Renzi

      Il Referendum Costituzionale in Italia ha visto la vittoria del NO, con il 60% dei voti. Il primo ministro Matteo Renzi si è dimesso.

      15686
    • Il teatro Bolshoi

      Mosca splenderà con le luci italiane, che abbelliranno diverse piazze e vie della capitale russa. È tempo di allegria e serenità, di sogni e speranze per il futuro. Per un vero Capodanno a Mosca non poteva mancare il talento italiano. Italia e Russia, è ora di fare festa insieme!

      4960
    • Petro Poroshenko

      L’avvocato veronese Guariente Guarienti ha depositato una denuncia alla Procura di Verona nei confronti del presidente della Repubblica Ucraina Petr Poroshenko per il mancato ritorno in Italia dei 17 quadri tra cui le opere di Tintoretto, Mantegna e Rubens.

      61280
    • Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov

      Dal 1 al 3 dicembre sta svolgendo a Roma il Forum MED "Beyond turmoil, a positive agenda". Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato uno dei principali protagonisti del forum. Ha parlato della sicurezza comune, lotta al terrorismo e del futuro del Medio Oriente. Ecco il riassunto del suo intervento.

      131797
    • Visitatori alla più grande mostra al mondo della collezione dei Musei Vaticani Roma Aeterna.

      “Roma Aeterna”, una mostra eccezionale che ha portato a Mosca i tesori della Pinacoteca Vaticana. Un evento senza precedenti: il pubblico russo potrà ammirare alla Galleria Tretyakov 42 capolavori di Caravaggio, Raffaello, Bellini, Guercino, solo per citare alcuni nomi. Viva l’arte, ponte imbattibile fra Russia e Italia.

      3767
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      222540