09:31 05 Dicembre 2016
    Il nuovo sarcofago che rinchiude il reattore n. 4 della centrale nucleare di Chernobyl

    Chernobyl, installato nuovo sarcofago a protezione del reattore avariato

    © Foto: President of the Ukraine Press-Service/Mikhail Palinchak
    Mondo
    URL abbreviato
    0489100

    Il reattore numero 4 della centrale nucleare di Chernobyl è stato rinchiuso in un nuovo sarcofago protettivo. Lo ha reso noto oggi il quotidiano francese Les Echos.

    "Abbiamo concluso i lavori alle 17;30 di domenica. La fase più importante è superata", ha dichiarato Nicolas Caille patron della NOVARKA che ha costruito e installato il nuovo sarcofago.

    Nell'autunno 2015 le imprese francesi Bouygues e Vinci avevano portato a termine l'assemblaggio preliminare degli archi del sarcofago, e successivamente lo hanno trasportato sul sito della centrale.

    La Bouygues aveva in precedenza raccontato a RIA Novosti che gli archi superano in grandezza lo Stade de France di Parigi e sono cinque volte più pesanti della Tour Eiffel. Il nuovo sarcofago, infatti, è alto 165 metri, lungo 110 e pesante 36,2 mila tonnellate.

    Gli archi sono ricoperti di un particolare rivestimento che consente di preservare il vecchio sarcofago (costruito dopo l'incidente del 26 aprile 1986) dalle influenze esterne e prevenire la fuoriuscita di materiale contaminato. La costruzione, inoltre, è dotata di sistemi di ventilazione che regolano temperatura e umidità.

    Correlati:

    Ministero dell'ambiente: iniziata copertura del quarto reattore centrale di Chernobyl
    Picnic sul ciglio della strada della zona di esclusione: Chernobyl
    AIEA: il disastro di Chernobyl ha contribuito allo sviluppo della sicurezza nucleare
    Tags:
    sarcofago, centrale nucleare, Disastro nucleare Chernobyl, Chernobyl, Francia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Top stories

    • Matteo Renzi

      Il Referendum Costituzionale in Italia ha visto la vittoria del NO, con il 60% dei voti. Il primo ministro Matteo Renzi si è dimesso.

      15676
    • Il teatro Bolshoi

      Mosca splenderà con le luci italiane, che abbelliranno diverse piazze e vie della capitale russa. È tempo di allegria e serenità, di sogni e speranze per il futuro. Per un vero Capodanno a Mosca non poteva mancare il talento italiano. Italia e Russia, è ora di fare festa insieme!

      4959
    • Petro Poroshenko

      L’avvocato veronese Guariente Guarienti ha depositato una denuncia alla Procura di Verona nei confronti del presidente della Repubblica Ucraina Petr Poroshenko per il mancato ritorno in Italia dei 17 quadri tra cui le opere di Tintoretto, Mantegna e Rubens.

      61277
    • Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov

      Dal 1 al 3 dicembre sta svolgendo a Roma il Forum MED "Beyond turmoil, a positive agenda". Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato uno dei principali protagonisti del forum. Ha parlato della sicurezza comune, lotta al terrorismo e del futuro del Medio Oriente. Ecco il riassunto del suo intervento.

      131796
    • Visitatori alla più grande mostra al mondo della collezione dei Musei Vaticani Roma Aeterna.

      “Roma Aeterna”, una mostra eccezionale che ha portato a Mosca i tesori della Pinacoteca Vaticana. Un evento senza precedenti: il pubblico russo potrà ammirare alla Galleria Tretyakov 42 capolavori di Caravaggio, Raffaello, Bellini, Guercino, solo per citare alcuni nomi. Viva l’arte, ponte imbattibile fra Russia e Italia.

      3766
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      222538