Widgets Magazine
02:42 17 Luglio 2019
Fidel Castro

Usa-Cuba, la morte di Castro accelererà la normalizzazione delle relazioni bilaterali

© Sputnik .
Mondo
URL abbreviato
6111

La morte del Lider maximo Fidel Castro rappresenta per Usa e Cuba l’opportunità per normalizzare le relazioni bilaterali. Lo confermano gli esperti statunitensi intervistati da RIA Novosti.

L'ostacolo simbolico

Il politologo Mark Jones ha definito Castro un «ostavolo simbolico» alla normalizzazione delle relazioni tra Cuba e Usa.

«Con la morte di Castro scompare dalla scena politica un ostacolo, seppur simbolico, al riavvicinamento tra Cuba e gli Usa. Soprattutto per molti politici americani che finora non hanno voluto sentirne parlare, di riavvicinamento. Tra questi figurano un certo numero di membri del Congresso di origine cubana, che sono essi stessi un ostacolo alla revoca dell'embargo», ha detto Jones.

Per Earl Rasmussen, vice presidente dell'Eurasia Centre di Washington, DC, «la politica di stabilizzazione per la normalizzazione dei rapporti andrà avanti. Inoltre, la strategicamente importante tendenza al liberalismo del paese potrebbe essere l'opportunità per una maggiore apertura e crescita economica».

La posizione di Trump

Elizabeth Newhouse, direttore del programma di ricerca su Cuba presso il Center for International Policy di Washington, DC, ritiene che la morte di Fidel Castro consentirà al presidente eletto degli Usa Donald Trump di riconsiderare la propria posizione nei confronti di Cuba.

«Penso che ciò sia accaduto in un momento molto interessante e spero che Donald Trump lo consideri un'opportunità [spingendolo] a riconsiderare la sua posizione». 

Il direttore dell'Istituto per gli studi cubani dell'Università Internazionale della Florida Jorge Duany crede che Trump non abbia preso ancora nessuna posizione definitiva su Cuba, ma è scettico.

«La morte di Castro probabilmente non influirà sulle promesse fatte da Trump durante la campagna elettorale sull'abolizione degli ordini esecutivi di Obama relativi a Cuba», ha spiegato Duany.

L'embargo

Secondo Duany, il Congresso degli Stati Uniti non è ancora pronto a revocare l'embargo. «Uno dei requisiti stabiliti dalla legge Helms-Burton per rimuovere l'embargo contro Cuba esclude Fidel e Raul Castro dal governo di transizione a Cuba». 

Duany ha ricordato che ci sono altre condizioni — la legalizzazione di tutte le attività politiche, il rilascio dei detenuti considerati dagli Usa prigionieri politici, nonché i requisiti per le elezioni e dei diritti umani — che finché il Congresso non riterrà soddisfatte, sarà difficile immaginare la revoca dell'embargo.

Correlati:

Russia-Cuba, senatore Tyulpanov: rapporto strategico anche dopo Fidel
Che futuro attende Cuba dopo la morte di Fidel Castro?
Casa Bianca: l'embargo a Cuba ha isolato gli Stati Uniti
Tags:
relazioni bilaterali, Relazioni con Cuba, Donald Trump, Fidel Castro, Cuba, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik