03:53 14 Dicembre 2019
Cacciatorpediniere della Marina britannica HMS Duncan

“Così non spaventiamo Putin”: ko dopo 2 giorni di esercitazioni cacciatorpediniere UK

© flickr.com / Defence Images
Mondo
URL abbreviato
30882
Seguici su

Continua l'incredibile serie di guasti sulle costose navi militari dei Paesi della NATO. Questa volta si è rotto uno dei più costosi cacciatorpedinieri della Marina britannica, lo HMS Duncan. Il Daily Mail ritiene che sia impossibile intimorire Vladimir Putin con questi mezzi.

Il giornale britannico osserva che 6 navi di questa classe valgono più di un miliardo di sterline ciascuna, tuttavia passano la maggior parte del tempo ancorate al molo.

Una nave della Marina militare del Regno Unito è stata rimorchiata fino al porto a causa di "problemi tecnici" solo due giorni dopo che era salpata. Lo ha segnalato il Daily Mail.

Il cacciatorpediniere HMS Duncan aveva lasciato lunedì la base della Marina di Devonport con un gruppo di 4 navi. Dovevano condurre esercitazioni al largo delle coste di Plymouth e successivamente recarsi in uno dei porti europei. Ma mercoledì gli abitanti del posto hanno notato la nave mentre veniva rimorchiata alla base.

Un rappresentante del ministero della Difesa britannico ha riferito che il cacciatorpediniere ha avuto "difficoltà tecniche" ed è ora ritornato alla base per la valutazione dei guasti.

Il Daily Mail osserva che questa nave costa oltre 1 miliardo di sterline. Complessivamente le 6 navi di questa classe passano più tempo, "ancorate nei porti militari britannici, anziché proteggere il Paese e prestare servizio."

Questo problema ha suscitato l'ira dell'ex capo della Marina di Sua Maestà, che ha chiesto al primo ministro Theresa May di risolvere con urgenza questa situazione.

Nell'articolo si osserva che tutto questo "non fa intimorire Putin."

Correlati:

Londra, "niente soldi": navi da guerra ed elicotteri di Sua Maestà restano senza missili
Tags:
Geopolitica, Difesa, Sicurezza, Incidente, Marina Militare, NATO, Vladimir Putin, Gran Bretagna, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik