17:12 24 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
8271
Seguici su

L’addetto stampa del presidente Dmitry Peskov commentando le parole di un senatore russo riguardo una “risposta” nucleare contro la NATO, ha annunciato che la politica estera dalla nazione viene decisa dal presidente e non dai legislatori.

Giovedì il senatore Franz Klinzevich ha dichiarato che in risposta al riarmo della NATO, le sue posizioni aggressive e il tentativo di quest'ultima di attirare ulteriori paesi nella propria orbita, la Russia punterà le sue armi nucleari indiscriminatamente su tutte le postazioni militari sensibili dell'Alleanza Atlantica.

"I nostri legislatori hanno certamente il diritto di esprimere il loro punto di vista, i quali reagiscono prontamente e con preoccupazione all'espansione della NATO verso confini russi, e alla costruzione di nuove infrastrutture militari NATO. Questa opinione è comprensibile, ma voglio sottolineare che secondo la nostra costituzione non sono i legislatori a definire la politica estera della Russia, ma è determinata dal presidente", ha detto Peskov ai giornalisti.

Correlati:

BI: Usa aumentano proprio potenziale nucleare col pretesto della minaccia russa
Stoltenberg invita la Russia a rassegnarsi sull'espansione della NATO
NATO, Stoltenberg: “rafforzamento in Europa orientale serve per evitare guerra”
Per la NATO è azione aggressiva lo schieramento di missili russi a Kaliningrad
Tags:
Diplomazia Internazionale, Guerra, Dichiarazione, Difesa nucleare, dichiarazione, NATO, Dmitry Peskov, Europa, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook