06:19 23 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
2200
Seguici su

Il Ministero della difesa della Russia è pronto a prendere in considerazione la possibilità di introdurre nuove pause umanitarie, quando le Nazioni Unite confermeranno la disponibilità per la consegna di aiuti Aleppo, ha detto sabato il rappresentante ufficiale del Ministero della difesa russo, il generale Igor Konashenkov.

Ha dichiarato il generale che la condizione fondamentale per l'introduzione di un'altra pausa umanitaria in Aleppo deve essere la volontà di una missione umanitaria delle Nazioni Unite in Siria per portare aiuti umanitari nei quartieri orientali ed evacuare dalla città i feriti e i malati.

Lesperienza dalle ultime pause umanitarie ha dimostrato che tutte le rassicurazioni date dalle Nazioni Unite circa gli accordi con i guerriglieri dellopposizione, erano solo parole ha detto il rappresentante.

Ha aggiunto che tutti i tentativi di aprire dei corridori umanitari per trasportare gli aiuti sono terminati in imboscate perpetrate dai militanti. Oltre a questo i trasporti sono resi difficili a causa delle strade minate dai guerriglieri dellopposizione.

Il Ministero della difesa russo è pronto a prendere in considerazione la possibilità di introdurre una nuovapausa umanitaria in qualsiasi momento, non appena i rappresentanti della missione umanitaria delle Nazioni Unite in Siria confermeranno ufficialmente la loro volontà e la capacità di fornire gli aiuti umanitari ad Aleppo e l'evacuazione di civili feriti e dei malati ha detto Konashenkov.

Correlati:

La portaerei russa “Admiral Kusnetsov” presso coste della Siria
Mosca ritiene scorretta la decisione dell’OPAC riguardo Siria
Pentagono raccomanda al presidente di non collaborare con la Russia sulla Siria
Tags:
Guerra, convoglio umanitario, aiuti umanitari, ONU, generale Igor Konashenkov, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook