02:33 23 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
7390
Seguici su

Le unità dell'esercito siriano hanno circondato oggi la città di Khan-el-Sheikh, situata 26 chilometri a sud-ovest della capitale e da lungo tempo uno dei centri di resistenza più attivi dei gruppi fondamentalisti islamici nell'orbita di Al-Nusra, riporta il canale televisivo libanese Al-Manar.

Secondo il media libanese, i militari hanno occupato posizioni vantaggiose ad est di Khan-el-Sheikh, ripulito la zona dai terroristi e tagliato la loro via di comunicazione verso il confine giordano. L'esercito siriano era avanzato in questa zona già all'inizio di ottobre, ma finora non era riuscito a scacciare i terroristi.

Gli islamisti circondati continuano ad opporre una forte resistenza.

Come riportato da Al-Manar, a seguito dei bombardamenti dell'artiglieria delle forze governative e dei raid dell'aviazione siriana i jihadisti accusano pesanti perdite.

Secondo le informazioni che arrivano dalla zona, i gruppi fondamentalisti hanno tentato di contrattaccare le posizioni dell'esercito sfruttando l'autobomba di un kamikaze. L'offensiva è fallita: l'attentatore suicida alla guida del veicolo è stato ucciso dai militari siriani.

In Siria il conflitto armato prosegue dal marzo 2011. Le truppe governative affrontano diversi gruppi armati ribelli. I dati sul numero delle vittime del conflitto variano a seconda delle fonti. Secondo le Nazioni Unite, circa 300mila siriani sono morti in questi anni di guerra.

Correlati:

Forze fedeli ad Assad distruggono Al-Nusra al confine con la Giordania
Siria, Mosca tende mano a Giordania: cooperazione rivelante per risolvere conflitto
La portaerei russa “Ammiraglio Kuznetsov" spaventa gli islamisti in Siria
Siria, Assad: Washington colpevole di spalleggiare i terroristi
“USA ed Europa sfruttano i terroristi per perseguire i loro obiettivi strategici in Siria”
Tags:
Terrorismo, Al-Nusra, Esercito della Siria, Damasco, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook