07:12 20 Luglio 2018
Afghan 1

Afghanistan, morti civili in operazione contro i talebani erano inevitabili

© Sputnik . Ajmal Tareen
Mondo
URL abbreviato
224

A Kunduz, nell’Afghanistan nord-orientale, continua il lavoro della commissione d’inchiesta straordinaria sull’uccisione di civili nel corso di attacchi aerei delle truppe governative e degli Usa nel villaggio di Buz-e Qandaghari.

Nella notte del 3 novembre le forze nazionali afgane con il supporto delle truppe americane hanno lanciato un'operazione antiterrorismo contro i talebani a Buz-e Qandaghari. Nel corso dell'operazione sono stati uccisi anche 32 civili, di cui 12 bambini.

Il portavoce del Ministero della difesa afgano Davlat Vaziri in un'intervista a Sputnik Dari ha addossato la responsabilità dell'uccisione dei civili ai talebani, che li usano come scudi umani.

"Riconosciamo le perdite tra la popolazione civile. Si tratta di cittadini afgani. Sono morti da martiri. Il Ministero della difesa li rimpiange. Abbiamo annientato i pericolosi ‘colonnelli' dei guerriglieri talebani…che pianificavano un nuovo attacco a Kunduz. Insieme ai guerriglieri sono morte le loro famiglie, inclusi i bambini. Questo è successo perché essi vivevano nel quartier generale dei talebani".

Secondo Vaziri, nell'operazione sono stati uccisi 30 talebani, di cui 10 "colonnelli".

Correlati:

Afghanistan, Usa confermano uccisione in un raid del leader di Al Qaeda Faruq al-Qatani
L'Afghanistan non rifiuta di riconoscere la Crimea
Foreign Policy: l'AIA indaga possibili crimini USA in Afghanistan
Tags:
operazione militare, Civili, Talebani, terrorismo, situazione in Medio Oriente, Sputnik, Afghanistan
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik