10:04 14 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
11190
Seguici su

Se l'Ucraina dovesse rinunciare, il diritto di ospitare la competizione verrà ceduto alla Russia, ma il problema è che questo contribuirà ad alimentare la tensione nei rapporti tra Kiev e Mosca, scrive l'autore dell'articolo.

L'organizzazione del concorso musicale Eurovision song per l'Ucraina è diventata troppo costosa, è improbabile che Kiev sarà in grado di permettersela anche con il sostegno finanziario della European broadcasting Union, scrive il Daily Telegraph.

La vittoria di Jamala sembrava un trionfo delle autorità ucraine, ma ora Kiev mette mano alla tasca e capisce che è vuota. Questo, in particolare, è un avviso per i dirigenti della trasmissione del Paese, conclusosi con le dimissioni di Zurab Alasanij, ex Capo dell'emittente nazionale dell'Ucraina, annunciate per la catastrofica mancanza di finanziamenti, scrive l'autore dell'articolo.

Kiev ha evidenziato che il bilancio statale per l'Eurovision era di circa 442 milioni di grivne, tre volte meno di quanto stanziato per lo svolgimento del concorso in Azerbaigian nel 2012. Inoltre, come osservato Alasanij, gli organizzatori sono sommersi dalla burocrazia e nelle attuali condizioni, lo svolgimento del concorso in Ucraina è divento improbabile.

L'organizzazione dell' Eurovision ha promesso a Kiev il massimo sostegno, ma in queste promesse tutti ci credono poco, si legge nell'articolo.

Se l'Ucraina dovesse rinunciare, il diritto di ospitare la competizione verrà ceduto alla Russia, ma il problema è che questo contribuirà ad alimentare la tensione nei rapporti tra Kiev e Mosca, conclude l'autore dell'articolo.

Correlati:

Eurovision 2017, Kiev sommersa dai problemi per il finanziamento del concorso
L'opposizione del Vaticano può far saltare Eurovision in Ucraina
Ministro Finanze frena su Eurovision-2017 in Ucraina: "serve riflettere"
Tags:
Eurovisione, Jamala, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook