15:41 16 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
135
Seguici su

Sono finiti in manette i due co-presidenti e altri quattordici deputati del Partito democratico del popolo (HDP). Lo ha comunicato a RIA Novosti il portavoce del partito.

«Nella notte ad Ankara la polizia ha arrestato Figen Yukseldag, co-segretaria del partito filo-curdo, facendo irruzione in casa; mezz'ora dopo è stato arrestato anche il leader dell'Hdp Selahattin Demirtas», ha riferito il portavoce.

Poco prima che scattassero le manette Demirtas aveva scritto in Twitter: «Dietro la porta di casa mia c'è la polizia, probabilmente è venuta per arrestarmi.» Non è ancora chiaro in quale città sia stato arrestato Demirtas, se a Diyarbakir (la capitale non ufficiale dello stato curdo) o ad Ankara.

Quasi in contemporanea sono finiti in manette anche altri quattordici parlamentari dell'Hdp. Secondo il portavoce del partito, sono detenuti in diverse città: Ankara, Diyarbakir, Mardin.

Selahattin Demirtas è considerato uno dei principali avversari del del Presidente Erdogan. Nel 2014, Demirtas ha partecipato alle elezioni presidenziali guadagnando il 9% dei voti. 

Le autorità turche accusano l'Hdp di intrattenere rapporti con il partito radicale curdo Pkk.

 

Correlati:

Russia e Turchia possono firmare accordo di libero scambio nel 2017
Siria, Turchia: con Russia differenze su principi per separare opposizione da terroristi
La liberazione di Raqqa, con la partecipazione dei curdi, aggraverà rapporti Turchia-USA
Tags:
Opposizione di governo, arresti, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook