02:39 27 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 210
Seguici su

Mosca ha fermamente condannato l’attacco terroristico contro la popolazione civile ad Aleppo. Ne parla in un commento ufficiale il rappresentante del Ministero degli esteri russo Maria Zacharova.

Il 30 ottobre, i terroristi hanno sparato proiettili fatti in casa contenenti sostanze tossiche, nei quartieri Hamdaniyah e Dahiyat al-Assad situati in Aleppo Ovest. "Sono state avvelenate 35 persone e molte di esse sono finite in ospedale" ha informato il Ministero.

"Purtroppo non è la prima volta che i terroristi hanno usato armi chimiche contro i civili". In precedenza sono state usate tali armi nel 2013 nel Guta orientale, nei pressi di Aleppo nel 2013, a Marea nella stessa provincia nel 2015, e nell'estate del 2016 nel quartiere Salah-ed-Din della città di Aleppo".

"Condanniamo fermamente l'atto terroristico con l'uso di sostanze chimiche velenose contro la popolazione civile di Aleppo" ha rimarcato la Zacharova "Sentiamo il dovere di ricordare a coloro, che secondo le loro stesse dichiarazioni hanno influenza sulle forze armate dell'opposizione siriana, la necessità di rispettare gli obblighi di provvedere il più presto possibile a una delimitazione chiara tra l'opposizione moderata e i terroristi Daesh, Dzhebhat Fatah al-Sham e altri gruppi terroristici".

Correlati:

Siria, usate armi chimiche dai ribelli islamisti contro le forze governative ad Aleppo
Times: le agenzie di intelligence occidentali svelano i piani della Russia ad Aleppo
Islamisti all'attacco, kamikaze e bombe contro l'esercito siriano ad Aleppo
Tags:
ISIS, Guerra, Armi chimiche, Uso armi chimiche in Siria, opposizione, Maria Zacharova, Aleppo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook