22:46 25 Settembre 2017
Roma+ 19°C
Mosca+ 10°C
    Il premier ungherese Viktor Orban

    L'Ungheria sta per citare in giudizio la Commissione Europea per quote migranti

    © AP Photo/ Ronald Zak
    Mondo
    URL abbreviato
    9666210

    Se la Commissione europea non cambierà idea, "noi eserciteremo opposizione e non eseguiremo la volontà della Commissione, ma le faremo causa" ha detto Orban.

    Il Primo Ministro ungherese Viktor Orban ha detto venerdì che il suo Paese presenterà un reclamo alla Commissione Europea e resisterà all'obbligo di quote di accoglienza profughi, se Bruxelles non porrà questo problema all'ordine del giorno, scrive l'agenzia Reuters.

    In precedenza, in Ungheria si è svolto il referendum sulla politica di distribuzione dei rifugiati nei Paesi dell'Unione Europea. Il referendum non è stato riconosciuto come valido, perché l'affluenza è stata del 40%, mentre per la sua approvazione era necessario il voto del 50% degli elettori.

    In ogni caso il 98% dei partecipanti alla votazione ha risposto negativamente alla domanda "desideri che l'Unione Europea abbia il diritto di prescrizione obbligatoria di insediamento di persone che non hanno cittadinanza ungherese, in Ungheria, senza il consenso del Parlamento ungherese?".

    Orban ha detto venerdì che il governo utilizzerà i risultati del referendum, secondo il quale la maggior parte dei partecipanti ha votato contro le quote migranti.

    Secondo Orbán, se la Commissione europea non cambierà idea, "noi eserciteremo opposizione". "Noi non eseguiremo la volontà della Commissione, ma le faremo causa", ha detto.

    "Ci saranno dibattiti giudiziari severi in merito, se una popolazione straniera dovesse essere imposta al popolo di uno stato membro dell'Unione Europea senza la sua volontà. Sarà una grande battaglia, per questo abbiamo bisogno di una Costituzione perfezionata" ha aggiunto.

    Il Premier ungherese ha dichiarato che l'accoglienza dei migranti si lega alla questione della sovranità nazionale ed ha intenzione di apportare un emendamento alla Costituzione del Paese il mese prossimo per il divieto di insediamento di migranti. Secondo il piano della Commissione europea, l'Ungheria deve prendere 2,3 migliaia di migranti nel corso dei prossimi due anni.

    Orban in precedenza aveva già criticato la politica migratoria europea. In particolare, il 21 ottobre, aveva detto che la discussione sull'accoglienza obbligatoria dei rifugiati nei Paesi europei era in fase di stallo. Il Premier ha proposto di eliminare la quota obbligatoria, ma il Capo della Commissione europea, Jean-Claude Juncker ha respinto questa iniziativa.

    L'Europa sta vivendo la più grande crisi migratoria dai tempi della Seconda guerra mondiale, a causa dei conflitti armati in Medio Oriente e Nord Africa. Secondo Frontex, nel 2015 l'Unione Europea ha accolto 1,8 milioni di migranti. La maggior parte di loro è arrivata dalla Turchia e dalla Grecia e poi ha raggiunto altri Paesi europei.

    Correlati:

    Ungheria, Orban: il risultato del referendum è stato eccezionale
    Orban: nessun rinnovo automatico delle sanzioni contro Russia
    Conferenza stampa del Presidente Russo Vladimir Putin e il Premier Ungherese Viktor Orban
    Tags:
    migranti, Commissione Europea, Viktor Orban, Ungheria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik