Widgets Magazine
15:04 23 Ottobre 2019
Mondo

Ambasciatore: Teheran spera che l'Occidente cambi approccio alla lotta al terrorismo

Mondo
URL abbreviato
170
Seguici su

Spero che gli occidentali cambieranno le loro posizioni sul Medio Oriente. Perché non c'è altro da fare, ha detto Sanai.

Teheran spera che i Paesi Occidentali cambieranno strategie per la lotta contro il terrorismo, questo è importante per la risoluzione in Siria, ha detto l'ambasciatore iraniano in Russia Mehdi Sanai in un'intervista a Ria Novosti.

"Ci possono essere posizioni diverse dell'Iran e della Russia rispetto a quelle dei Paesi Occidentali, ma per l'Iran e la Russia, in teoria e in pratica, è fondamentale risolvere il problema numero uno, il terrorismo. Pertanto, riteniamo che tutte le forze si debbano unire, che tutte le parti si uniscano per risolvere questo problema. Ci sono i Paesi Occidentali che in teoria dicono che il terrorismo è un problema, ma in pratica a volte hanno altre priorità e altri piani. Quindi il problema non si risolve" ha detto l'ambasciatore.

Egli ha sottolineato che se i Paesi occidentali "continueranno su quella linea, che è iniziata dal 2011, e andranno avanti così, non ci sarebbero progressi reali nella regione".

"Questo ha portato ad un aumento del terrorismo, la comparsa dello Stato Islamico, quindi è molto importante che cambi la posizione e l'approccio dell'Occidente al problema del Medio Oriente. Penso che in questo momento, anche se ci sarà qualche soluzione generale per risolvere la situazione in Siria, potrà essere raggiunta solo con un cambio di posizione dell'Occidente. Spero che gli occidentali cambieranno le loro posizioni sul Medio Oriente. Perché non c'è altro da fare"  ha detto Sanai.

Correlati:

Siria, Zakharova: Occidente cinico che accusa la Russia per la crisi umanitaria
Cugino di Gheddafi racconta cosa ha spinto l’Occidente a invadere la Libia
Siria, l’Occidente preferisce denigrare la Russia invece di combattere i terroristi
Tags:
Ambasciatore, Dichiarazione sulla lotta al terrorismo, dichiarazione, ambasciata, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik