01:05 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
240
Seguici su

Residenti chiedono certezza su tempi smantellamento della Giungla. 700 giornalisti seguono l'operazione.

Le autorità francesi tentando di accelerare lo sgombero iniziato ieri a Calais per ricollocare i profughi accampati nella tendopoli in 280 strutture in tutto il Paese. Le attività dovrebbero proseguire per tutta la settimana.

Secondo i volontari dell'associazione ‘L'auberge', attualmente ci sono 8.143 migranti nell'accampamento ribattezzato la ‘Giungla' e circa 3.000 di loro sono stati allontanati nella giornata di ieri. Il numero dei residenti nel campo abusivo ha raggiunto il picco nel mese di settembre, raggiungendo più di 10.000 unità, cifra scesa drasticamente, di circa 2000 unità, dopo le parole del ministro degli interni francese Bernard Cazeneuve che ha dato il via allo smantellamento.

Nella 'Giungla' si sono accampati migliaia di profughi provenienti da Sudan, Afghanistan, Eritrea, Etiopia, Pakistan, Iraq e Siria con la speranza di raggiungere il Regno Unito.

La decisione delle autorità francesi è stata accolta favorevolmente dai residenti di Calais che chiedono certezza sui tempi dello smantellamento della tendopoli. L'operazione ha destato un'attenzione mondiale: in citta sono presenti circa 700 giornalisti.

Correlati:

Numero profughi a Calais raggiunge i 6.900: il doppio rispetto a primavera scorsa
ONU plaude iniziativa di Hollande per chiudere campo profughi di Calais
Tags:
rifugiati, Migranti, profughi, sgombero, Sgombero della Giungla di Calais, Crisi dei migranti, Calais, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook