08:45 09 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
14248
Seguici su

Per Poroshenko la dichiarazione è un passo ostile nei confronti dell'Ucraina e "suscita profonda indignazione".

Il Ministero degli Esteri dell'Ucraina ha convocato l'incaricato dell'ambasciata siriana nel Paese Mohammad Sabah Al-Hajj Bakri, per protestare contro le dichiarazioni di riconoscimento della Crimea come parte integrante della Russia, ha riferito la portavoce ucraina della diplomazia Mariana Betz.

In precedenza, il Presidente del Parlamento siriano Chadia Abbas in un'intervista all'agenzia di Sputnik aveva detto che le autorità del Paese riconoscono la Crimea come parte integrante della Russia. Secondo lui, la Crimea era parte dell'Unione Sovietica ed "è tornata alle sue origini dopo la libera volontà del popolo espressa durante il referendum in Crimea".

"Il Ministero degli Esteri ha chiamato l'incaricato per gli affari della Siria all'Ucraina, per esprimere una forte protesta e ricevere spiegazioni sulle esternazioni del Presidente siriano del Parlamento sulla Crimea" ha detto Poroshenko al giornale online "la verità ucraina".

Secondo lui, la dichiarazione è un passo ostile nei confronti dell'Ucraina e "suscita profonda indignazione".

Correlati:

“In Occidente si discuterà del riconoscimento della Crimea russa nella primavera 2017”
Anche la Lombardia si prepara al riconoscimento della Crimea
Russia, verso riconoscimento di maggiori diritti per i tatari di Crimea
Tags:
riavvicinamento, riconoscimento, ambasciata, Siria, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook