Widgets Magazine
12:53 19 Agosto 2019
Bandiera dell'Iraq

L’Iraq vara il proibizionismo: vendita, produzione e importazione di alcol al bando

© AFP 2019 / SAFIN HAMED
Mondo
URL abbreviato
113

Il Parlamento iracheno ha vietato l’importazione, la produzione e la vendita di bevande alcoliche in tutto il paese. Lo riporta l’agenzia France-Presse.

Il consumo di alcol è vietato dalle regole religiose dell'Islam, ma la vendita di bevande inebrianti si è diffusa nelle grandi città e nei luoghi di residenza delle minoranze religiose, tra cui i cristiani.

Secondo l'agenzia, il divieto è stato inaspettatamente aggiunto ad uno dei progetti di legge discussi nella seduta di sabato.

«Oggi è legge e l'articolo 14 di questa legge vieta l'importazione, la produzione e la vendita di tutti i tipi di alcol», ha dichiarato il parlamentare cristiano Yonadam Kanna, aggiungendo che i trasgressori saranno puniti con multe fino a 20.000 dollari.

Kahna ha promesso che avrebbe presentato ricorso in tribunale contro la decisione del Parlamento, perché viola i diritti costituzionali delle minoranze religiose.

I sostenitori della decisione, invece, dicono che questa legge non sia affatto incostituzionale, in quanto la Costituzione, vietata il contrasto con le norme dell'Islam.

Correlati:

Iraq, aperti due nuovi fronti per la liberazione di Mosul
Oliver Stone: ciò che accade in Libia, Siria, Iraq è colpa di Hillary Clinton
Erdogan ricorda agli USA che non erano stati invitati da Saddam in Iraq nel 2003
Tags:
divieto, vendita, Produzione, Importazioni, alcol, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik