Widgets Magazine
12:59 25 Agosto 2019
Vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov

Ryabkov: inaccettabili le dichiarazioni degli USA sugli osservatori russi alle elezioni

© Sputnik . Andrei Stenin
Mondo
URL abbreviato
9390

I colleghi americani non dovrebbero contare sul fatto che semplicemente ci dimenticheremo di questa questione, quando improvvisamente vorranno osservare qualcosa da noi, ha detto il Vice Capo del Ministero degli Esteri.

Mosca ritiene inaccettabili le dichiarazioni americane a proposito degli osservatori russi alle elezioni negli USA, ha detto a Ria Novosti il vice Capo del Ministero degli Esteri russo Sergeij Ryabkov.

"Manca poco tempo alle elezioni, ma il tema della sorveglianza per molta parte dell'America di oggi viene affrontato solo esclusivamente in chiave antirussa" ha detto Ryabkov.

"In maniera provocatoria, cercano di insegnarci ancora una volta una lezione. Vorrei ricordare che negli USA da ormai molto tempo non è stato invitato nessun membro delle missioni internazionale per monitorare le elezioni. In generale per principio non sono stati invitati" ha aggiunto.

Secondo Ryabkov, con "enormi sforzi questa pratica comincerà a cambiare".

"Per questo mi sono appellato a funzionari del dipartimento di Stato e al Portavoce della Casa Bianca, spero, tutto questo dovrebbe accadere naturalmente. La Federazione Russa da molto tempo è in lotta per l'Ufficio dell'OSCE per le istituzioni democratiche e i diritti umani (ODIHR) su una solida base procedurale. Noi non vogliamo che l'ODIHR rimanga un giocattolo nelle mani degli USA e dei loro alleati, con cui l'America non discute, a quanto pare, di niente se non di imporre nuove sanzioni alla Russia" ha detto il funzionario diplomatico russo.

Egli ha sottolineato che la Russia avrà delle rimostranze con l'ODIHR, con i cui criteri vengono tratte le conclusioni, prese in considerazione durante la stesura finale delle relazioni, finché tutte le opinioni di tutti i Paesi osservatori verranno prese in considerazione "e non solo quelle di quei Paesi che, di fatto, gestiscono l'Ufficio".

"Ecco, fino ad allora, siamo liberi e abbiamo il diritto di decidere se possiamo procedere insieme alla missione OSCE-ODIHR o non possiamo. In questo caso è stata presa la decisione di non procedere con la missione ODIHR negli USA. Pertanto questo evento si può interpretare come un rifiuto, quantomeno sciocco. Un modo consapevole, deliberato di indurre in errore l'opinione pubblica. L'amministrazione degli Stati Uniti sa bene per quali motivi abbiamo preferito, in questa situazione, provare a eseguire la supervisione da soli, visitando i luoghi delle elezioni" ha detto Ryabkov.

"Ma se ora per motivi politici ci troveremo privati di questa possibilità, trarremo le nostre conclusioni, sulla base delle conoscenze che abbiamo. E i colleghi americani non dovrebbero contare sul fatto che semplicemente ci dimenticheremo di questa questione, quando improvvisamente vorranno osservare qualcosa da noi, noi non dimenticheremo di come hanno agito in questa situazione, come sono inaccettabili le loro dichiarazioni, come sono state annunciate dalle tribune e dai responsabili al microfono"ha sottolineato il vice capo del Ministero degli esteri.

Correlati:

Sanzioni, Ryabkov: gli Usa vogliono distruggere completamente le relazioni con la Russia
Ryabkov: non ci sono prove del coinvolgimento della Russia negli attacchi USA
Tags:
elezioni, Elezioni, governo, Sergey Ryabkov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik