01:37 17 Dicembre 2017
Roma+ 5°C
Mosca+ 7°C
    Bandiera della Siria, Damasco

    Nessun miliziano ha abbandonato Aleppo est nella notte

    © REUTERS/ Omar Sanadiki
    Mondo
    URL abbreviato
    5117

    La situazione nella zona dei corridoi umanitari ad Aleppo rimane invariata, nessun militante durante la notte ha abbandonato la parte orientale della città, ha riferito a Ria Novosti il portavoce dei Servizi di Sicurezza.

    "Di notte la situazione è rimasta invariata. Né a Castello né a Bustan al-Qasr i militanti non si sono allontanati, proprio come i civili " ha detto il portavoce.

    Nella zona del corridoio umanitario di Bustan al-Qasr sin dal mattino regna la calma. La polizia e il personale della protezione civile sono pronti a scortare chi deciderà di allontanarsi. Autobus e ambulanze sono a distanza di sicurezza, a causa di possibili nuovi bombardamenti, riferisce dal campo il corrispondente di Ria Novosti.

    Colpi di mortaio sono stati sparati di notte intorno ai quartieri alla periferia di Aleppo, i militanti hanno sparato contro le posizioni dell'esercito con armi di piccolo calibro e mitragliatrici di grosso calibro. Secondo i militari, le forze governative non hanno risposto al fuoco di provocazione.

    La tregua umanitaria è iniziata ad Aleppo la mattina del 20 ottobre. Gli aerei russi e siriani da martedì  non si alzano in volo per eseguire operazioni militari in città. Secondo il Ministero della Difesa russo, dal primo giorno di tregua ad Aleppo est sono stati feriti otto militanti. È stata fornita assistenza medica, pasti caldi e vestiti nuovi, dopo di che si sono allontanati dalla città.

    I terroristi del gruppo "Ahrar al-Sham" hanno giustiziato 14 rappresentanti delle autorità locali ad Aleppo perché li invitavano a lasciare le zone da loro controllate.

    Il Ministro della difesa Sergeij Shoigu ha detto in precedenza, per conto di Vladimir Putin, che la Russia ha deciso di prolungare la tregua umanitaria ad Aleppo. Questa decisione è stata sostenuta dal Governo di Damasco.

    Correlati:

    Siria, attacco ai civili. La Russia: abbiamo le prove che inchiodano i responsabili
    Siria, la verità sulla bambina ferita nel bombardamento russo-siriano inventato dai media
    Tags:
    Guerra, Guerra al Daesh, Esercito, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik