05:52 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
1018
Seguici su

La Naftogaz Ukraina e le aziende collegate hanno avviato una procedura arbitrale contro la Russia per gli utili in Crimea. Lo ha annunciato l’ufficio stampa della società ucraina.

"Naftogaz ha preventivamente stimato perdite per 2,6 miliardi di dollari", si legge nel comunicato.

Si tratta degli utili della stessa Naftogaz e delle aziende collegate. La società ha precisato di aver avviato l'azione arbitrale in conformità con l'accordo d'investimento bilaterale tra Mosca e Kiev.

Il 18 febbraio la Naftogaz aveva reso noto l'inizio delle consultazioni con la Russia per risolvere la disputa degli investimenti in Crimea. In caso di fallimento delle trattative, la compagnia ucraina aveva promesso di rivolgersi all'arbitrato internazionale.

All'ingresso della Crimea nella Federazione Russa la Chernomorneftegaz — principale fornitore di gas nella penisola — apparteneva alla Naftogaz. Tuttavia dopo il referendum crimeano sia la Chernomorneftegaz che un'altra azienda collegata alla Naftogaz sono state statalizzate, entrando nel capitale sociale di una nuova compagnia: l'impresa statale crimeana Chernomorneftegaz.

Correlati:

Naftogaz: su transito gas ci aspettiamo decisione tribunale entro metà 2017
Ucraina, Naftogaz pronta a dialogo con Mosca e Commissione europea
Naftogaz conferma, abbiamo gas a sufficienza per superare l’inverno
Tags:
utile, disputa, gas, arbitrato, Naftogaz, Russia, Crimea, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook