00:30 24 Maggio 2018
Roma+ 20°C
Mosca+ 13°C
    Soldati dell'Esercito Popolare del Vietnam

    Carri armati russi e Vietnam

    © AFP 2018 / HOANG DINH Nam
    Mondo
    URL abbreviato
    4291

    Recentemente nei media è circolata la notizia sul riequipaggiamento con mezzi militari moderni delle truppe dell'Esercito Popolare del Vietnam.

    La parte vietnamita ha espresso l'intenzione di acquistare i moderni carri armati russi. Dopo tutto i tank in dotazione nell'esercito vietnamita sono di fabbricazione sovietica e necessitano di revisione.

    Sputnik ha chiesto spiegazioni al colonnello delle truppe corazzate dell'Esercito Popolare del Vietnam Nguyen Khac Nguet.

    "Durante la guerra di resistenza contro l'aggressione degli Stati Uniti i carri armati hanno ricoperto un ruolo importante. Tra il 1968 e 1975 i carri armati hanno preso parte a 217 battaglie, sono stati utilizzati come mezzo di fuoco di copertura per la fanteria. Durante l'offensiva della primavera del 1975 sono stati il perno dell'attacco in tutte le fasi. Quasi tutte le guarnigioni delle forze di liberazione che avanzavano verso Saigon erano rafforzate da divisioni corazzate. Grazie alla velocità, alla manovrabilità e alla potenza di fuoco, i carri armati hanno assicurato un'avanzata veloce e hanno portato alla rapida sconfitta dell'esercito sudvietnamita".

    "Per lo più erano mezzi di fabbricazione sovietica: tank T-54 e carri anfibi leggeri PT-76. C'erano anche i carri armati del "modello 59", ovvero la copia cinese dei T-54. Il T-54 aveva una massa di 36 tonnellate, era dotato di un cannone di calibro 100 mm. Il nemico aveva come carro armato principale l'M48. Pesava 50 tonnellate ed aveva un cannone di calibro 90 mm. Era più manovrabile rispetto ai carri armati sovietici, ma le grandi dimensioni (soprattutto la maggiore altezza: era 1 metro più alto del T-54) rendevano il carro armato americano più visibile sul terreno, inoltre era inferiore al tank sovietico rispetto ai consumi e alla viabilità. Un altro vantaggio dei tank sovietici: tecnicamente sono molto più semplici di quelli "americani", di conseguenza più affidabili. In caso di guasto l'equipaggio poteva in un tempo relativamente breve ripararlo.

    Come carrista di grande esperienza e con esperienza di combattimento, posso confrontare i carri armati di oggi di diversi Paesi. A mio avviso i mezzi russi sono ora più moderni di quelli occidentali.

    Secondo la dottrina militare vietnamita, i tank rimangono una componente importante delle forze armate, la principale forza d'attacco insieme con la fanteria. L'Esercito Popolare del Vietnam dovrebbe avere un numero sufficiente di armi, compresi i tank. Ovviamente il Vietnam ha due strade da percorrere: comprare mezzi di combattimento moderni e revisionare quelli che ci sono."

    Correlati:

    Per colonnello USA la guerra in Vietnam non è nulla in confronto alla Siria
    Russia-Vietnam, al via nel 2016 le prime esercitazioni congiunte
    Putin: tra Russia e Vietnam è in corso un ritmico dialogo politico
    Tags:
    URSS, Difesa, Sicurezza, Carri armati, Vietnam, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik