20:17 20 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
6451
Seguici su

La Russia ha modernizzato la sua flotta di sottomarini e ha aumentato le sue attività nell’atlantico e nei mari confinanti, scrive il quotidiano Frankfurter Allgemeine citando le parole del vice-ammiraglio americano James Foggo.

Stando alle parole di Foggo le pattuglie della flotta russa sono aumentate di due volte negli ultimi 12 mesi.

Tuttavia non è il fatto in sé dell'aumento dell'attività dei sottomarini russi che spaventa il vice ammiraglio, scrive il FAZ, quanto piuttosto le nuove tecnologie e armi con le quali sono equipaggiati questi vascelli che potrebbero rappresentare una "seria minaccia" per gli USA e i membri della NATO.

"Stiamo osservando la quarta battaglia per l'Atlantico" afferma Foggo.

Foggo è il comandante della sesta flotta degli Stati Uniti in Europa, la quale include 40 navi, 175 velivoli e 21000 soldati. Come sottolinea il quotidiano tedesco, è una delle più grandi unità aeree statunitensi.

"La marina militare statunitense è attualmente molto impegnata" ha detto al FAZ Nick Childs, specialista della marina dell'istituto Internazionale degli studi strategici di Londra. "L'eventualità di un nuovo conflitto con la Russia nel Nord Atlantico e dei mari circostanti porterà ad aggravare ulteriormente la situazione".

Secondo Childs, Vladimir Putin "vuole tornare a sfidare gli Stati Uniti in mare".

La FAZ indica due motivazioni per le quali i sottomarini russi sono una minaccia per gli Stati Uniti.

In primo luogo i sottomarini "cacciatori" russi possono rappresentare un serio pericolo per i sottomarini americani classe "Ohio", i quali pattugliano il Nord Atlantico. Lo stesso vale per il loro potenziale di deterrenza che perde completamente di efficacia di fronte alle nuove armi russe.

In secondo luogo, i sottomarini russi potrebbero causare gravi danni navi americane, equipaggiate col sistema di combattimento multifunzionale Aegis, le quali sono parte del sistema di difesa antimissile della NATO, che Mosca ha ripetutamente criticato.

La Russia negli ultimi anni ha modernizzato notevolmente la sua flotta di sottomarini. Inoltre, sono state sviluppati nuovi modelli. Mosca ha dimostrato la loro efficacia a dicembre 2015.

Il sottomarino russo "Staryj Oskol", di stanza nel Mediterraneo, ha inferto un grave colpo ai militanti dello "Stato Islamico" città siriana di Raqqa con degli attacchi missilistici.

"Questa dimostrazione ha impressionato notevolmente il comando militare americano e della NATO" ha dichiarato Nick Childs".

Quest'anno ci si aspetta dalla Russia grandi manovre militari nelle acque dell'Atlantico e del Mediterraneo. "La NATO deve urgentemente fare qualcosa, se vuole rispondere adeguatamente alle nuove sfide lanciate dal rivale" conclude l'esperto.

Correlati:

“Sottomarini russi “Borej” possono rompere qualsiasi scudo di difesa anti-missile”
Tags:
Sottomarini, NATO, Sottomarini russi, NATO, Oceano Atlantico
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook