08:47 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 160
Seguici su

Secondo Ulyanov, su questa scelta tutti i membri della "cinquina nucleare" sono solidali.

La Russia non sostiene l'iniziativa della convenzione sul divieto di armi nucleari, ha detto il direttore del Dipartimento per la non proliferazione e il controllo degli armamenti del Ministero degli Esteri russo Michail Ulyanov. Secondo Ulyanov, su questa scelta tutti i membri della "cinquina nucleare" sono solidali.

Durante la prossima sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sarà presa in analisi la risoluzione sul divieto delle armi nucleari, che darà inizio ai negoziati sullo sviluppo della convenzione sul divieto delle armi nucleari.

"Tutto questo è un non senso, perché i Paesi senza armi nucleari vieteranno quello che non possiedono, mentre Paesi con l'atomica, mi sembra quasi tutti, non intendono partecipare ai colloqui" ha commentato Ulyanov ai giornalisti.

Queste misure, secondo lui, possono causare delle conseguenze per il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari (TNP) "perché vengono create due modalità parallele: una riconosce la legittimità delle armi nucleari nelle mani della cinquina e un'altra la mette in dubbio. Naturalmente, questa è un'azione di propaganda politica, mi sembra, piuttosto spiacevole. Ci potrebbero essere conseguenze per NPT" ha detto Ulyanov ai giornalisti.

Alla domanda se altri Paesi ufficialmente in possesso di armi nucleari supporteranno tale posizione, ha risposto: "No, certo".

"I cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza sono le cinque potenze nucleari del trattato di non proliferazione e qui sono effettivamente unanimi. Penso che la stessa cosa si possa dire per l'India e il Pakistan. Non hanno partecipato al gruppo di lavoro aperto a Ginevra, non hanno partecipato al voto del consiglio" ha detto il diplomatico russo.

Tags:
Armi nucleari, Trattato di non-proliferazione delle armi nucleari - TNP, Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Mondo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook