19:42 15 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 191
Seguici su

I test del combustibile mononitruro misto uranio-plutonio per i reattori veloci, necessari per lo sviluppo dell’energia nucleare, saranno completati entro il 2019. Lo ha riferito a RIA Novosti il direttore scientifico del progetto “Proryv” Evgenij Adamov.

Secondo Adam, gli specialisti sono ben consapevoli del fatto che per i reattori veloci sono ideali i combustibili densi: metallico (preferito dagliUsa), carburo (scelta dei professionisti indiani) o mononitruro.

"In URSS, a livello di laboratorio, hanno lavorato con tutti i tipi di combustibili solidi e si sono fermati al mononitruro misto uranio-plutonio. Adesso la Russia ha superato gli altri paesi nello sviluppo di questo combustibile, e crediamo che entro il 2019 saranno portate a termine le ricerche che giustificheranno il primo caricamento di questo combustibile nel reattore BREST-OD-300" ha spiegato Adamov.

Correlati:

Nell'Estremo Oriente russo al via lavori per prima centrale nucleare galleggiante al mondo
Energia, Argentina valuta cooperazione nucleare con Russia
Russia, entra in funzione reattore nucleare innovativo vicino Voronezh
Tags:
BREST-OD-300, mononitruro misto uranio-plutonio, combustibile nucleare, Reattore nucleare, energia nucleare, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook