00:40 26 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
562
Seguici su

Nel 2015 quasi 90mila richiedenti asilo.

L'Austria ha presentato un progetto di bilancio del 2017 che prevede un esborso di oltre 2 miliardi di dollari per misure a favore dei profughi giunti nel Paese negli ultimi anni. Il progetto, presentato dal ministro delle Finanze Hans Joerg Schelling, destina 884 milioni di euro (974 milioni di dollari) per le cure primarie e 338 milioni (372 milioni di dollari) per la formazione e la creazione di posti di lavoro. Altri milioni saranno spesi per corsi di lingua, di valore e di orientamento.

Altri provvedimenti sono stati decisi per affrontare i rischi di sicurezza associati con l'afflusso di rifugiati dopo che i flussi migratori verso l'Austria hanno raggiunto un picco durante la crisi dei rifugiati dello scorso anno. L'arrivo di quasi 90mila richiedenti asilo nel 2015 ha indotto il ministero dell'Interno a rafforzare i controlli alle frontiere e a impiegare 1.250 guardie di frontiera e funzionari dell'agenzia per i rifugiati. Il prossimo anno, l'Austria prevede di spendere 69 milioni di euro (76 milioni di dollari) per proteggere i confini nazionali.    

Correlati:

Francia-Germania-Italia: Brexit, migranti e rapporti con Russia al centro del trilaterale
Il crescente malcontento per i migranti minaccia le basi dell’UE
Germania, mega rissa tra tedeschi e migranti
Europa dell'Est vuole aiutare la Bulgaria a difendere i confini dai migranti
Tags:
finanziamenti, Crisi dei migranti, Austria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook