07:00 25 Febbraio 2018
Roma+ 6°C
Mosca-18°C
    Angela Merkel

    La questione delle nuove sanzioni anti-russe lascerà la Merkel con un pugno di mosche

    © AP Photo/ Markus Schreiber
    Mondo
    URL abbreviato
    2190

    I rapporti con Mosca sono il nodo focale di molte controversie tra i membri della coalizione di Governo.

    Molti politici dell'Unione Cristiano-democratica, il CDU, non senza supporto dell'ufficio del Cancelliere federale, stanno premendo per l'introduzione di nuove sanzioni anti-russe. Tuttavia, tali iniziative possono trasformarsi per Angela Merkel e i suoi alleati in una grande sconfitta, scrive il Tagesspiegel.

    I rapporti con Mosca sono il nodo focale di molte controversie tra i membri della coalizione di Governo, che oltre a unità di CDU e CSU, ha al suo interno anche il partito Socialdemocratico Tedesco (SPD). Mentre i politici della CDU richiedono un inasprimento delle misure contro la Russia, le figure chiave della SPD, come il Ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier e il Ministro dello Sviluppo economico tedesco Sigmar Gabriel, si è espresso non solo contro l'introduzione di nuove sanzioni, ma anche per la graduale eliminazione delle vecchie. È interessante notare che la maggior parte dei loro colleghi di partito aderisce al loro stesso punto di vista, si legge nell'articolo.

    Nella prossima campagna elettorale i federali socialdemocratici potranno utilizzare la questione delle relazioni con la Russia come un importante merce di scambio contro la Merkel. Se il gruppo SPD saprà posizionarsi come un partito che cerca un riavvicinamento con Mosca, riceverà sostegno anche da altre parti, dagli elettori di sinistra  e da sostenitori di "Alternativa per la Germania", per i quali la creazione di legami con la Russia è uno dei requisiti fondamentali in politica estera, sottolinea l'autore dell'articolo.

    In ogni caso per la Cancelliera non vale la pena rischiare, scrive l'autore. Anche se il partito di Angela Merkel è riuscito in qualche modo a promuovere l'idea di nuove sanzioni all'interno dell'élite politica tedesca, una sua ulteriore attuazione richiede una decisione unanime dei Paesi membri dell'UE e uno scenario simile, in questo momento sembra molto difficile, conclude il Tagesspiegel.

    Correlati:

    Chi infligge sanzioni alla Russia danneggia sé stesso
    Spiegel: La Merkel è contro le nuove sanzioni alla Russia
    Tags:
    sanzioni antirusse, sanzioni, governo, Germania
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik