12:39 19 Giugno 2018
La bandiera della Turchia

Turchia: per la convergenza con l'UE si procede con una "via di mezzo"

© AP Photo / Adel Hana
Mondo
URL abbreviato
111

Penso che il popolo turco non abbia al momento un grande interesse ad entrare in Europa, dice il consigliere Akardzha.

La Turchia in questo momento aderisce alla "via di mezzo" sulla questione della convergenza con l'UE, ha detto il principale consigliere del primo ministro turco Mehmet Akardzha.

"Penso che il popolo turco non abbia al momento un grande interesse ad entrare in Europa. Per noi questo percorso a un certo punto sembrava utile. Ma se ora qualcuno dei nostri politici si pronuncia a favore di una maggiore convergenza con l'Europa, non influirà sulle nostre valutazioni" ha detto Akardzha nel corso di una conversazione privata con i giornalisti russi.

Inoltre ha sottolineato che è un errore affermare che la Turchia ha messo una croce sul processo di adesione all'UE. "Dire che abbiamo cambiato idea, è una dichiarazione politica, e ora non c'è bisogno di dichiarazioni" ha detto.

Secondo lui, la decisione sarà presa sulla base della situazione economica in Europa, e Ankara ritiene che ora "non dobbiamo creare problemi". Ha anche dichiarato che l'attuale posizione di Ankara è stata influenzata dalle dichiarazioni e valutazioni espresse nelle Capitali europee, dopo il fallito tentativo di colpo di stato in Turchia.

"Cerchiamo di trovare una via di mezzo per promuovere ulteriormente la convergenza con l'UE" ha concluso Akardzha.

I Capi di Stato e di Governo dei Paesi membri dell'Unione Europea nel mese di marzo hanno concordato con la Turchia un piano congiunto per combattere la crisi migratoria. Si prevede, in particolare, il ritorno in Turchia di tutti i clandestini arrivati in Grecia dal territorio turco. Saranno ricevuti nell'Unione Europea i migranti siriani e varrà il principio "uno per uno".

Nell'ambito di questi accordi nel mese di maggio la Commissione europea ha proposto alParlamento Europeo e al Consiglio UE di rimuovere le restrizioni sui visti per i cittadini turchi, se Ankara alla fine di giugno avrà eseguito i dovuti cambiamenti per richiedere il regime di abolizione dei visti. A sua volta, il presidente Turco Tayyip Erdogan ha minacciato UE di uscire dall'accordo sulla migrazione, se l'unione Europea non fornirà ai cittadini del suo Paese la possibilità di viaggiare con un regime senza visti.

Correlati:

Ue-Turchia: Accordo migranti e liberalizzazione visti sono inseparabili
Migranti, riprese le espulsioni verso la Turchia
Migranti, al via rimpatri da Grecia a Turchia
Tags:
Accordo, migranti, Bilal Erdogan, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik